Champions League, i risultati del martedì: Chelsea e PSG a valanga, vincono anche Bayern e Man Utd

Nella prima serata della Champions League 2017-2018 tantissimi goal e spettacolo, con le grandi che non tradiscono le attese della vigilia, asfaltando le avversarie odierne.

Un’esultanza dei giocatori del Chelsea [fonte: Flickr.com, @cfcunofficial (Chelsea Debs) London]
GRUPPO A – Parte bene il Manchester United di José Mourinho che batte per 3-0 in casa il Basilea, sbloccando già nel primo tempo con Fellaini di testa. Nella ripresa chiudono i conti sempre di testa il solito Lukaku (sei goal stagionali con i Red Devils) e nel finale Rashford con un bel destro. Successo a sorpresa, invece, del CSKA Mosca che sbanca il Da Luz di Lisbona per 2-1. Benfica avanti con l’ex Fiorentina Seferovic, ma nella ripresa i russi ribaltano la situazione pareggiando prima con il rigore di Vitinho e trovando il goal vittoria con Zhamaletdinov.

GRUPPO B – Dopo la sconfitta di sabato in Bundesliga si riscatta in Champions League il Bayern Monaco di Carlo Ancelotti che supera con un netto 3-0 l’Anderlecht. Lewandowski sblocca subito dal dischetto (con Kums espulso per gli ospiti), poi nel secondo tempo chiudono i giochi le reti di Thiago Alcantara e Kimmich. A tre punti con i bavaresi c’è anche la regina del mercato estivo Paris Saint-Germain, che rifila un sonoro 5-0 al malcapitato Celtic. Francesi padroni assoluti del campo, con la gara chiusa già nel primo tempo grazie ai goal dei tre moschettieri Neymar, Mbappé e Cavani dal dischetto. Nel finale di secondo tempo arrotondano il punteggio l’autorete di Lustig e il secondo goal di Cavani.

GRUPPO C – Nel girone di Roma e Atletico Madrid (pari per 0-0) è il Chelsea ad issarsi da solo al comando grazie al tennistico 6-0 con cui i ragazzi di Antonio Conte hanno regolato il modesto Qarabag. Blues avanti subito con Pedro, raddoppio dell’esordiente in Champions League Davide Zappacosta, che dopo una sgroppata dalla difesa sbaglia il cross e sorprende il portiere ospite. Nella ripresa tris di Azpilicueta, poker di Bakayoko, mentre il goal di Batshuayi e l’autorete di Medvedev mettono di fatto fine al primo set della sfida.

GRUPPO D – Sorpresa in vetta al girone dove insieme al Barcellona di Messi (battuta la Juventus con un sonoro 3-0) c’è lo Sporting Lisbona, capace di violare per 3-2 il campo dell’Olympiakos. Lusitani avanti di tre goal già nel primo tempo con l’ex Roma Doumbia, Gelson Martins e l’ex Sampdoria e Udinese Bruno Fernandes. La doppietta nel finale di gara di Felipe Pardo è invece buona solo per le statistiche, con i ragazzi di Jorge Jesus che dunque trovano tre punti importanti in vista del prosieguo della Champions League.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.