Gerard Deulofeu: dalla Masia a Milanello il nuovo oro rossonero

Era il 28 Dicembre 2015 quando per l’ultima volta Gerard Deulofeu assaporava la gioia del goal, aveva addosso ancora la maglia dell’Everton, e da allora sembrava di aver perso l’ennesimo talento che proveniva dalla blasonata cantera blaugrana, la prestigiosa Masia.

Deulofeu fonte: Catherine Kortsmik, wikimedia
Deulofeu fonte: Catherine Kortsmik, wikimedia

A più di un anno, un cambio di campionato, e di maglia, è bastato questo al catalano per tornare ad esultare, forse essere più centrale nel progetto e nel gioco di Montella di quanto lo fosse a Liverpool lo ha aiutato particolarmente, non bisogna inoltre trascurare la componente ispanica presente all’interno di Milanello che ha favorito l’ambientamento del capitano e primatista di presenze e reti dell’under 21 spagnola.

A destra, a sinistra o come falso nueve dove lo si metta a giocare il ventiduenne ex Barca si sa muovere alla perfezione, portando in dote a Vincenzo Montella già un assist e un goal oltre ad ottime prestazioni, entrambe le volte i tre punti sono entrati in cascina, prima a Bologna dove in nove contro undici è riuscito agli sgoccioli del match a servire a Pasalic l’assist per il goal vittoria, e poi contro la Fiorentina al Meazza dove con un goal splendido ha deciso l’incontro. Già si sta pensando a come trattenerlo a giugno,visto che si tratta di un prestito secco, l’Everton vorrebbe monetizzare, il Barcellona ha una clausola per la recompra, lui non vuole sentire parlare di queste cose ma solo del presente che è a strisce come il suo passato, ma con tinte e risultati diversi, si spera.