EFL Cup, titolo al Man Utd: Gabbiadini non basta, è Ibra il dominatore

Secondo titolo stagionale per il Manchester United di José Mourinho che nella consueta meravigliosa e spettacolare cornice di Wembley in finale di EFL Cup ha superato 3-2 il Southampton in una sfida combattutissima e davvero incerta fino alle battute conclusive.

Zlatan Ibrahimovic (fonte: Ardfern, wikimedia.org)

Due i grandi protagonisti della gara: da una parte l’eterno e sempre vincente Zlatan Ibrahimovic per i Red Devils, dall’altra una meraviglioso, ma sfortunato Manolo Gabbiadini per i Saints, calatosi immediatamente nella nuova realtà inglese alla faccia di tutte le critiche piovutegli in questi ultimi mesi quando vestiva la maglia del Napoli. L’inizio delle operazioni è tutto degli uomini di Mourinho che sono riusciti addirittura a portarsi avanti di due reti con Ibrahimovic, bravo al 23° nel sorprendere un incerto Foster con una punizione dalla distanza e poi con Lingard che al minuto 39 ha freddato l’estremo avversario di giustezza con un bel destro all’angolino. Da qui in poi, però, la scena dell’intera platea di Wembley è tutta per Gabbiadini, letale come pochi sotto porta. All’ultimo minuto della prima frazione l’ex di Sampdoria e Napoli è stato bravissimo nel superare De Gea con un tocco ravvicinato su cross dalla destra di Ward-Prowse, mentre ad inizio ripresa l’attaccante italiano è stato fantastico nel girare di sinistro una palla vagante nonostante la marcatura di Smalling, con la sfera che si è insaccata a fil di palo lasciando di sasso De Gea. Segnato il 2-2 il Southampton ha addirittura sfiorato il tris verso l’ora di gioco, ma la capocciata di Romeu dopo un corner si è stampata sul palo, strozzando in gola l’urlo dei tifosi Saints presenti a Wembley. Ad un quarto d’ora dal termine è invece Lingard a divorarsi il vantaggio per i Red Devils e così si è arrivati al minuto 86 quando è tornato in scena il solito Zlatan Ibrahimovic che di testa ha segnato il goal del 3-2 sfruttando un perfetto cross di Ander Herrera. Sempre decisivo l’attaccante svedese, che arriva a 26 reti stagionali nella sua prima annata inglese e regala a José Mourinho la sua quarta EFL Cup (agganciati sir Alex Ferguson e Brian Clough). Al Southampton di Claude Puel e di un encomiabile Gabbiadini resta la consapevolezza di avere giocato alla pari e senza timori questa finale di EFL Cup, ma l’amaro in bocca per non aver saputo portarla a casa nel momento clou della sfida.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.