Soccermagazine, Emanuele Celeste a Radio Punto Zero: “Totti e la partita d’addio in Nazionale…”

Emanuele Celeste, uno dei fondatori e responsabili editoriali di Soccermagazine.it, è stato invitato ad intervenire nel corso del programma “A suon di goal goal” dell’emittente Radio Punto Zero per parlare dell’iniziativa relativa ad una partita d’addio di Francesco Totti con la Nazionale (clicca qui per vedere). Ecco le sue dichiarazioni:

Totti con l'attuale maglia della Nazionale
Totti con l’attuale maglia della Nazionale
PRIMA DOMANDA: PERCHE’?“Perché ho pensato che tra tutti i calciatori italiani in attività nessun altro potrà conoscere così tanti presupposti come Francesco Totti per ottenere un tributo che fino ad oggi è stato riconosciuto soltanto a Piola e – tra l’altro in un passato piuttosto recente, che ci ricordiamo più o meno tutti – a Roberto Baggio, nel 2004”.
 
UN’INIZIATIVA SOCIAL CHE NON HA COINVOLTO SOLO I LETTORI“Negli ultimi mesi, nel corso delle varie interviste che abbiamo realizzato o semplicemente incontrando colleghi allo stadio, l’idea era già partita, per cui abbiamo rivolto una domanda sul tema ai vari Trapattoni, Zoff o personalità che comunque sono vicine a Totti come Giacomo Losi, un’altra storica bandiera della Roma, o diversi giornalisti importanti. Più o meno tutti si sono detti entusiasti dell’idea, anche se ovviamente bisognerebbe vedere come realizzarla. Sappiamo che negli ultimi giorni Ventura ha nominato Totti, però per quanto concerne un suo possibile ruolo nello staff della Nazionale, e curiosamente sembra che a nessuno sia venuta in mente l’idea di una partita d’addio di Totti con la Nazionale. Tra l’altro penso che sarebbe molto interessante se si svolgesse a Roma e considerando che Totti stesso è molto vicino alle dinamiche sociali forse il top sarebbe devolvere l’incasso in beneficenza. Noi sappiamo che il 28 maggio lui ha dato l’addio alla Roma e ha salutato la curva in maniera molto sentimentale, però tanto comunque in futuro sicuramente calcherà di nuovo il campo dell’Olimpico per partite benefiche o varie “Partite del Cuore”, quindi sarebbe anche un bel messaggio per salutare il calcio italiano che lui ha contribuito a promuovere nel mondo negli ultimi 20 anni. Aggiungerei anche un altro particolare: trovo forse romantico sottolineare che Totti potrebbe assaporare quest’ultima maglia azzurra quasi come un altro trofeo, dato che appunto l’ultima volta che è stato in Nazionale era la finale mondiale di Berlino di 11 anni fa e quindi lui non ha mai potuto esibire la quarta stella che lui stesso ha portato insieme agli altri all’Italia”.
 
C’E’ L’INTENZIONE DI CONTATTARE TOTTI?“Forse sarebbe più facile contattare Ventura e in realtà una mezza ideuzza ci potrebbe anche essere. Conoscendo anche il carattere di Totti è più facile che accetti se gli venga proposta, difficilmente l’idea partirebbe da lui. C’è da considerare onestamente che alcuni fa De Rossi parlando di quello che sarebbe potuto essere l’addio al calcio di Totti, disse che secondo lui Totti non era tanto il tipo da partita d’addio con la Roma et con la Nazionale, però non ci siamo mai trovati di fronte al fatto vero e proprio. Infine bisognerebbe anche considerare un altro punto: il rapporto con la Nazionale è stato troncato di netto e dobbiamo riconoscere che probabilmente è stato anche un espediente per allungarsi la carriera, ma a maggior ragione, lui stesso dovrebbe apprezzare un’ultima conquista dal punto di vista personale. Molti criticano il fatto che una partita d’addio non c’è stata per Del Piero e Maldini, però la storia di Totti con la Nazionale è stata molto diversa e proprio perché Totti e l’Italia sono lontano da tanto tempo farebbe sicuramente maggior effetto rivederli vicino”.
 
Il video con l’intervento completo: