Fiorentina-Cagliari 0-1, pagelle viola: non un tiro in porta, impegno scarso, game over il sogno Europa

L’ultima partita del Campionato 2017-2018 al “Franchi”, ha visto la Fiorentina soccombere al Cagliari in cerca di punti salvezza.

Le squadre, nel nome di Davide Astori, si sono scambiate le maglie con il numero 13, indossate dallo sfortunato difensore bergamasco, e ritirate dalla numerazione attiva.

Fonte: Federico Berni

La squadra di Pioli non ha fatto un tiro in porta, ma soprattutto ha giocato una partita sottotono e senza grinta, cosa che non aveva fatto nelle ultime sfide. In questo modo le velleità di qualificazione europea sono ridotte al lumicino.

Tecnicamente la Fiorentina ha stentato nella costruzione del gioco, specie nel primo tempo, con Eysseric uomo in meno e l’impegno sterile di Simeone e Chiesa.

PAGELLE FIORENTINA

SPORTIELLO 5: distratto probabilmente dalla emozione del ricordo di Davide Astori (attenuante) ha giocato una partita di errori ed incertezze. Il gol del Cagliari avviene perchè lui resta immobile sulla linea di porta. Nei rinvii e nella ripresa del gioco in almeno cinque occasioni sbaglia il passaggio al difensore vicino e mette in netta difficoltà tutta la squadra. Se il calcio è emozione solo nei tifosi ma non nella gestione delle società, allora la sua esperienza a Firenze potrebbe essere al capolinea.

LAURINI 5: in difficoltà contro ogni avversario che percorreva la sua fascia e in condizioni precarie, con gambe “pesanti”  (dal 34′ s.t. GIL DIAS s.v.)

PEZZELLA 6: ha retto da solo la difesa viola, talvolta giocando in maniera grintosa e talvolta nervoso.

MILENKOVIC 5: attento e presente all’azione ma sempre spreciso e mai costruttivo nelle ripartenze e nei rilanci.

BIRAGHI 5: nettamente in difficoltà, lento e poco lucido. Nella ripresa gioca come ala e come interno sinistro e la musica della sua prestazione non cambia.

BENASSI 5: superficiale e spesso fuori dal gioco. Aggredito dalla irruenza e dalla grinta dei centrocampisti cagliaritani non riesce mai ad imporsi  (dal 16’s.t. SAPONARA 5,5: non ha dato la svolta alla partita della Fiorentina. Qualche tocco e qualche geometria in più ma in fondo in fondo niente di rilevante)

VERETOUT 5: ha giocato una partita senza infamia e senza lode ma con la grinta di sempre, suo il primo tiro pericoloso della partita. Poi negli ultimi 10 minuti ha perso la testa e si è lasciato andare ad un gesto degno del miglior calcio amatoriale.

BADELJ 5,5: non ha sbagliato nulla ma non ha neanche creato nulla.

EYSSERIC 5: spaesato, si è fatto sormontare dai più vogliosi ed “affamati” centrocampisti del Cagliari. Non ha mai fatto un passaggio filtrante, non ha mai fatto un movimento che mettesse in grado la Fiorentina di rendersi pericolosa  (dal 1′ s.t. FALCINELLI 5: lotta, fa a spintoni, cerca di aprire spazi e di dare il suo contributo ma non ci riesce perchè, forse, non ne ha le capacità)

CHIESA 6: è l’unico che tira in porta e talvolta prova anche a fare cose da campione, mancando il bersaglio per un soffio. Tuttavia non basta la sua qualità se la sua condizione fisica non è delle migliori.

SIMEONE 5,5: non riesce mai a fare il passo ed anticipare il difensore sui cross che arrivano nell’area del Cagliari. Il suo unico tentativo di conclusione a rete è stato un mero tocco di palla a un metro dal palo e sulla linea di fondo…

Allenatore PIOLI 6,5: la formazione messa in campo oggi si è rivelata sbagliata. Forse le valutazioni su Saponara/Eysseric sono state errate anch’esse. Per il resto il cambio di schemi e tattica durante la partita, è stato molto interessante. Più di così, con queste risorse e con la tragedia di Astori, il tecnico non poteva fare.

ARBITRO Sig. VALERI 6,5: buona direzione di gara. Anche la rissa finale è stata gestita bene e senza strascichi.