Fiorentina-Napoli 3-3, pagelle viola: partita a 2 facce, errori e molta grinta

Al “Franchi” di Firenze la Fiorentina ed il Napoli hanno pareggiato una gran bella partita, forse la più bella vista in questo stadio dall’inizio del Campionato ad oggi.

3 gol per parte, 2 squadre simili per doppio modo di giocare la stessa gara, 1 ottimo palcoscenico per calciatori come Bernardeschi ed Insigne, futuro del calcio italiano.

Fonte: Federico Berni
Fonte: Federico Berni

La Fiorentina si mostra lenta e macchinosa rispetto ad un avversario veloce, pratico e concreto. Solo nella ripresa brilla di più.

PAGELLE FIORENTINA

TATARUSANU 6: incolpevole sui gol venuti da azione, sul rigore aveva intuito ma non c’è arrivato, discreto nelle uscite e nei rilanci di piede

MAXI OLIVERA 5,5: primo tempo disastroso, migliora nella ripresa, in cui salva dalla linea di porta una palla diretta in rete, ma non è sufficiente

TOMOVIC 4: lo chiameranno “il Recidivo” perchè commette errori imperdonabili, e li reitera, causando il gol degli avversari. Fa questo sia se gioca terzino, sia se fa il centrale. Stasera ha “ammazzato” la partita, commettendo due volte lo stesso errore e il Napoli ha segnato 2 volte. Il peggiore calciatore degli ultimi periodi alla Fiorentina con l’aggravante della presunzione di essere un buon difensore. Non ha attenuanti.

ASTORI 6: praticamente non ha sbagliato nulla.

SALCEDO 4,5: anche lui è risultato mediocre. Il rigore all’ultimo secondo ha abbattuto la sua prestazione fatta comunque con impegno. Non sa lanciare i compagni perchè manda sempre la palla a girare, difettando nei fondamentali del pallone. Una vera e propria sciagura per la Fiorentina stasera.

CHIESA 6,5: buona partita, soprattutto buon secondo tempo. 5 tiri in porta, tante galoppate sulla fascia fino in area e finisce con i crampi. Bene davvero.  (dal 27′ s.t. DIKS s.v.: finalmente si è rivelato. Esiste. E ha fatto vedere anche 2 stop e palleggi molto interessanti. Chi vivrà vedrà….)

VECINO 6: il Napoli è veloce e concreto, non fa sconti a centrocampo, e lui ne risente perchè meno lucido di altre volte.

BADELJ 6: perde palla a centrocampo e il Napoli costruisce un gol. Detta le regole e sbaglia la profondità, anche perchè aggredito da avversari veloci e dinamici  (dal 27′ s.t. CARLOS SANCHEZ 6: non si sente l’uscita di Badelj, gioca con grinta e sta attento alle ripartenze)

CRISTOFORO 5,5: corre e si impegna moltissimo ma non risulta mai determinante o capace di giocare trequartista alla Borja Valero. In certe fasi di gioco ha fatto stasera, anche la seconda punta.  (dal 27′ s.t. ZARATE 7: si è mosso parecchio, ha creato spazi e giocato per la squadra, è andato anche a coprire nelle ultime fasi, ma soprattutto ha realizzato un grande gol, al volo, di piatto, come solo i grandi giocatori sanno fare, il quale poteva essere il gol di una importante vittoria. Va bene lo stesso)

BERNARDESCHI 7,5: uomo partita per la Fiorentina. Due gol, uno su punizione (deviata) e uno su colpo balistico di sponda che lo valorizza. Un gran lancio perfetto per Zarate e si crea il terzo gol. Giornata “top”!

KALINIC 6,5: sbaglia molto ma fa moltissimo movimento. Rischia la seconda ammonizione in due occasioni, ma Tagliavento lo grazia.

Allenatore PAULO SOUSA 6: ha sfiorato la vittoria per un secondo. Deve migliorare l’approccio alla gara della squadra, ne deve riorganizzare i ritmi ed i movimenti di gioco.

Arbitro Sig. TAGLIAVENTO 5,5: sembra dirigere abbastanza con polso e cipiglio. In realtà sbaglia su Kalinic perchè andava espulso in almeno 2 occasioni. Poi sembra reggere in mano la gara.