I flop 11 di Soccer Magazine – 26ª giornata: Claiton colabrodo, buio Berardi

Fonte immagine: sassuolocalcio.it
Fonte immagine: sassuolocalcio.it

Nuovo appuntamento con ‘I flop 11 di Soccer Magazine’. Ecco quali sono stati quei giocatori che hanno vissuto una giornata da dimenticare in fretta in questo ventiseiesimo turno di campionato.

In porta ci va Lukasz Skorupski dell’Empoli, sfortunato protagonista dell’autogoal che ha sbloccato il match con la Juventus. In difesa i terzini saranno Bartosz Bereszinsky e Elseid Hysaj. Il laterale della Samp ha commesso il fallo da rigore per l’1-0 palermitano. Quello del Napoli ha sofferto tremendamente per tutta la partita le sgroppate di Spinazzola. Coppia di centrali formata da Claiton Dos Santos del Crotone e Arlind Ajeti del Torino. Il primo ha svirgolato il pallone in occasione del primo goal cagliaritano e in occasione della rete di Borriello si è fatto saltare come un birillo. Il secondo ha giocato un primo tempo orribile tanto che Mihajlovic è stato costretto a lasciarlo negli spogliatoi al termine dei primi 45 minuti.

In mezzo al campo coppia di mediani formata da Juraj Kucka, autore di una prestazione sottotono e del fallo da rigore su Duncan, e Marcelo Brozovic, apparso un po’ fuori forma e buttato nella mischia troppo presto dopo il recente infortunio.

Terzetto di trequartisti in cui troviamo Josè Callejon, Goran Pandev e Domenico Berardi. L’ala del Napoli ha avuto vita difficile con le marcature a uomo atalantine e ha sprecato una facile palla goal che poteva riaprire il match. Il macedone del Genoa finisce nella flop 11 pur non essendo sceso in campo, ma proprio perché lui stesso si è rifiutato di farlo solo per i minuti di recupero. Il giovane esterno del Sassuolo ha sbagliato un rigore contro il Milan, la sua vittima preferita, e sta faticando per tornare ai suoi livelli dopo il lungo infortunio.

L’unica punta sarà Giovanni Simeone che anche contro il Bologna ha confermato il suo periodo di appannamento con una prestazione piuttosto anonima.

In panchina si siederà Stefano Pioli che dopo tante belle cose ha un po’ toppato al grande appuntamento contro la Roma, in cui le scelte di modulo e uomini hanno sorpreso un po’ tutti e forse anche i suoi stessi giocatori.