Genoa, riflettori puntati su Krunic: il punto della situazione

Preziosi l’ha dichiarato. A gennaio il suo Genoa non sarebbe stato colpito da partenze eccellenti, ma piuttosto avrebbe goduto di qualche innesto di spessore. Uno tra questi, si legge tra le pagine de Il Secolo XIX, potrebbe essere il trequartista bosniaco classe ’93 Rade Krunic. Il giocatore, in forza all’Empoli dal luglio 2015 dopo la sua esperienza all’FK Borac Cacak, ha attirato l’attenzione del club ligure grazie al suo ottimo rendimento stagionale, che l’ha portato a realizzare 3 gol e 3 assist in 16 partite di Serie A. Un’ottima media realizzativa, che rende il giocatore azzurro un obiettivo di mercato importante. La società rossoblù è da qualche giorno in trattativa con il club toscano e avrebbe già posto un’offerta che si aggira intorno ai 5-6 milioni di euro. Cifra troppo bassa per il presidente Fabrizio Corsi,  che chiede molto di più per privarsi del 25enne.

Genoa, Preziosi - Fonte: genoacfc.it
Enrico Preziosi
Fonte: genoacfc.it

Sebbene quella di Krunic sia la pista più calda, voci di mercato parlano del ritorno di due importanti ex rossoblù. Primo fra tutti Stefano Sturaro: sanremese cresciuto proprio nelle giovanili del Genoa dove ha giocato come professionista dal 2013 al 2015 segnando una rete in 29 presenze, per poi passare tre anni alla Juventus e infine andare in forza allo Sporting Lisbona, con il quale non ha ancora collezionato una presenza in campionato. Altro nome è quello di Andrea Bertolacci. Il centrocampista scuola Roma era arrivato a vestire la maglia del Grifone nell’estate del 2012, dopo essere stato acquistato dai giallorossi per 2,5 milioni. Con i rossoblù passa 3 stagioni dove va a segno 12 volte in 88 gare. In seguito torna nella città capitolina sotto il segno della Lupa, per poi essere spedito nella Milano rossonera, dove dopo due stagioni decide di tornare, in prestito, sotto la lanterna, per riprendere posto a fine stagione tra le fila di Gattuso. Ora il trequartista romano non trova spazio e sarebbe in cantiere l’idea di una terza avventura in rossoblù.