Giovinco a sorpresa: “Ecco perché ho rifiutato il Barcellona…”

Compleanno e confessione per Sebastian Giovinco, ormai da tempo ex funambolo della Serie A, oggi fresco trentenne.

Fonte immagine: Biser Todorov
Dopo le dichiarazioni del suo procuratore che nelle ultime ore aveva rivelato che nel 2014 persino il Barcellona si era interessato alla “Formica Atomica”, il calciatore è stato prontamente contattato da Sky Sport 24 per parlare del curioso aneddoto: “Sì, è vero, in passato mi avevano detto che c’era un interessamento del Barça, ma sarei andato lì a fare il raccattapalle – ha commentato Giovinco –. Con quei tre lì non avrei mai giocato, non ero interessato perché volevo giocare e con quei tre fenomeni che fanno la differenza anche con una sola gamba, non avrei trovato spazio”.
L’ex Juve, però, non ha snobbato solo la Spagna, ma anche la Cina: “Quello è un mercato bollente, mi hanno riferito che c’è un interessamento, si vedrà, ne parleremo con il Toronto, io sto bene qui e vedremo cosa vorrà fare il club. Il mio procuratore mi ha riferito che c’è un’offerta, ma non mi ha detto qual è la squadra”. Difficile, comunque, rivederlo in Serie A o almeno in Europa: “L’Italia non mi manca. Sto bene qui e per adesso non ho nessuna intenzione di tornare. Da quando ho lasciato la Juventus, che è rimasta la squadra più forte, non ho mai pensato a un altro club italiano nel quale poter giocare. Sto bene qui a Toronto e non ci penso”.
Giovinco, così, si chiude da solo anche le porte di Coverciano: Non ho mai sentito Ventura, ma non è un problema, le delusioni sono altre. Mi dispiace non far parte della Nazionale, ma ognuno fa le sue scelte e va bene così, a me interessa solo che ci sia rispetto. Si vede che quello che ho fatto non basta”.