Inter-Fiorentina 4-2, pagelle viola: disastro e reazione ma nulla si può contro il sig. Damato

Il posticipo del lunedì, a San Siro, si conclude con il successo dell’Inter sulla Fiorentina.

Una partita rocambolesca, bella e ricca di situazioni interessanti.

Fonte: Federico Berni
Fonte: Federico Berni

La Fiorentina mostra una leggerezza difensiva devastante, e dopo errori imbarazzanti, subisce 3 gol nei primi 20 minuti. Poi reagisce ed esce con il passare dei minuti. In testa al gruppo Ilicic che è stato il migliore in assoluto. Tuttavia decisioni arbitrali, discutibili, determinano il ritorno al successo della squadra di Pioli, che vacilla per tutto il secondo tempo.

Gonzalo Rodriguez espulso, un rigore non concesso e un fallo netto su chiesa, al limite dell’area proprio prima del quarto gol dell’Inter, sono gli episodi decisivi che la squadra direttrice di gara non ha saputo giudicare nel modo giusto.

Paulo Sousa deve concentrarsi sulla fase difensiva e deve esserne preoccupato (ma anche Corvino perchè la sua campagna acquisti è, ad oggi, fallimentare). E deve incitare la continuità dei suoi attaccanti perchè la qualità c’è e alla lunga pagherà.

PAGELLE FIORENTINA

TATARUSANU 6: non ha colpe sui gol, è poco protetto da una difesa mediocre.

SALCEDO 5,5: assolutamente insufficiente nel primo tempo, migliora nella ripresa dove mostra condizione fisica discreta. Ma come difensore è scarso e Icardi segna il 4-2 su suo inadeguato intervento.

GONZALO RODRIGUEZ 4,5: sbaglia tutto e ha colpe piene su tutti e tre i gol dell’Inter. Viene ingiustamente espulso ma la sostanza non cambia: una partita sbagliata per lui.

ASTORI 6,5: ha colpa sul secondo gol e soprattutto sul gol di Icardi. Gioca tuttavia un secondo tempo da doppio centrale, facendo reparto da solo e, talvolta, si propone anche a centrocampo, meritando una sufficienza piena.

MILIC 4: una mediocrità impressionante. Stasera ha sbagliato anche a correre.  (dal 1’s.t. TOMOVIC 6: tiene bene il centro della difesa, aiutando Astori ad arginare le incursioni (sterili) dell’Inter).

TELLO 5: gioca solo 20 minuti del secondo tempo. Per il resto della gara vivacchia e corricchia, scoprendo aree del campo e contrastando in maniera superficiale. La domanda che sorge spontanea è: “come poteva giocare nel Barcellona?”.  (dal 29′ s.t. PEREZ 5,5: esordio quasi impossibile, a San Siro, con squadra in svantaggio di un gol e nel momento in cui deve spingere per cercare di pareggiare. Non è giudicabile se non per qualche palla toccata e qualche fraseggio interessante che comunque non hanno portato a nulla)

BORJA VALERO 4,5: è in una condizione vergognosa. Soffre anche l’aria che respira. Il quarto gol nasce da un suo mancato intervento su Brosovic causato dalla pesantezza delle gambe e dalla scarsa lucidità. Non ha brillato mai e ha sbagliato tantissimo, rallentando l’azione, talvolta, ed esaurendo le energie anche della squadra.

BADELJ 6: parte male, gioca quasi come uomo in più per l’Inter. Poi migliora e diventa un propulsore di gioco da cui nascono le azioni migliori della Fiorentina.

BERNARDESCHI 5,5: in ombra ma sempre in movimento. Non costruisce nulla.  (dal 20′ s.t. CHIESA 5,5: si impegna, si getta nell’azione e commette anche diversi falli per la foga agonistica ma c’è sempre. Non molto servito dai compagni anche quando è libero, si procura una punizione interessante a un minuto dalla fine ma Damato non fischia e da lì nasce il quarto gol nerazzurro).

ILICIC 7: l’uomo partita per la Fiorentina e anche uno dei migliori in campo in generale. Inizia in sordina ma mette in campo tutta la qualità che ha e mette in difficoltà l’Inter nel suo insieme. Giocasse sempre come questa sera…

KALINIC 6: non segna ma impegna sempre Ranocchia e i difensori dell’Inter come una spina nel fianco. Per questo grande lavoro diventa impreciso nell’ultimo tocco sotto porta.

Allenatore PAULO SOUSA 6: non conta quello che ha detto e quello che pensa ma come schiera la squadra. Questa sera ha subito un fallimento tattico e tecnico nel primo tempo ma ha trovato la chiave di svolta della gara viola nella ripresa. Dovrà lavorare tantissimo sulla difesa e dovrà perfezionare la fase di centrocampo come velocità e come precisione. Scommette su Perez che fa esordire a Milano in una partita delicata. Semmai potrebbe valorizzare ed inserire tutta la rosa e chissà che non troverebbe qualcuno in grado di decidere una gara?

Arbitro Sig. DAMATO 4,5: era molto tempo che non si vedeva un direttore di gara decidere, come fosse un attaccante, una partita in modo pacato ma deciso. Il sig. Damato fa risorgere l’Inter arbitrando con due pesi e due misure, negando rigore e punizione dal limite alla Fiorentina e favorendo la ripartenza dell’Inter che va a segno. Grazia Ranocchia da un cartellino giallo, anche dopo il 20° fallo ripetuto su Kalinic. Miranda gomitata in faccia a Ilicic: ammonito. Gonzalo Rodriguez, fallo ai venti metri, non da ultimo uomo, perchè non ferma una chiara azione da gol: espulso. Ad majora…