Inter-Juventus 2-3, le pagelle nerazzurre: rosso Vecino, Icardi non basta

L’Inter sfiora l’impresa giocando per circa 80 minuti in inferiorità numerica contro la Juventus, arrendendosi nel finale nonostante il goal di Icardi e l’autorete di Barzagli.

Icardi - Fonte immagine: sassuolocalcio.it
Icardi – Fonte immagine: sassuolocalcio.it

In una partita ricca di emozioni e decisioni arbitrali molto discutibili, l’Inter si inchina alla Juve che sfrutta l’uomo in più e agguanta una vittoria che sembrava essere solo un miraggio. Al 13′ Douglas Costa porta in vantaggio i bianconeri e due minuti dopo Vecino vede sventolarsi il cartellino rosso (forse un po’ eccessivo) per fallo su Mandzukic. Gli uomini di Spalletti non demordono e fanno il loro gioco andando vicini al gol con Candreva. Nella ripresa Inter che ci crede e trova il pari al 52′ con Icardi che stacca di testa su punizione battuta da Cancelo. Nerazzurri incredibilmente avanti grazie all’autogol di Barzagli che goffamente cercava di spazzare il cross di Perisic. Quando sembrava fosse tutto sotto controllo per l’Inter, all’87’ Cuadrado firma il pari da posizione impossibile, complice anche la deviazione di Skriniar. Nell’ultimo giro dei minuti regolamentari, arriva il sorpasso bianconero con Higuain che di testa mette a segno un gol pesantissimo. Queste le pagelle dei nerazzurri:

Handanovic 6,5: Si dimostra tra i migliori portieri in circolazione. Decisivo in più occasioni, compie un mezzo miracolo sulla punizione di Dybala e resta di sasso sul gol del pari.

Cancelo 6,5: Il portoghese attraversa un buon periodo di forma. Motorino inesauribile sulla corsia destra, dai suoi piedi nascono cross pericolosi così come la punizione pennellata sulla testa di Icardi.

Skriniar 6,5: Giganteggia contro gli attacchi bianconeri lottando e sgomitando su ogni pallone. Chiude bene gli spazi e butta giù Higuain con una spallata da giocatore veterano.

Miranda 6: Partita giocata con particolare attenzione andando a salvare il salvabile. Svariona un po’ ma in una partita del genere è difficile restare concentrati. Nel finale prova a segnare ma calcia di fretta svirgolando la palla.

D’Ambrosio 6: Inizia timidamente e limitando a difendere complice anche l’uomo in meno. Prende coraggio più avanti iniziando a spingere e proponendosi spesso nella manovra offensiva giocando nel finale da attaccante fino alla sostituzione. (94′ Karamoh s.v.)

Vecino 5: Pochi minuti per giudicare la sua partita. Viene espulso con rosso diretto per un fallo non molto cattivo.

Brozovic 6,5: Corre su ogni pallone e tiene le redini del centrocampo mantenendo ben salda la squadra. Cerca come può di far ripartire la manovra d’attacco e di far male alla difesa avversaria. Si becca un giallo per un contrasto evitabile.

Rafinha 6,5: Ha una buona tecnica e si vede, le sue improvvise accelerazioni danno fastidio alla difesa juventina. Prova a trovare spazi tra le linee per servire gli attaccanti. Esce tra gli applausi dei suoi tifosi (81′ B.Valero 5,5: In pochi minuti cerca di dare una mano e aiutare Brozovic nella manovra di gioco.)

Candreva 6,5: Ha un po’ di colpa perdendo Douglas Costa in occasione del gol. Si rifà con una fucilata da 25 metri che Buffon riesce a deviare e compie una cavalcata che scuote il pubblico.

Perisic 6,5: Entusiasmante il duello in velocità con Cuadrado. Sensazionale l’azione che porta al vantaggio nerazzurro, nel finale gli arriva un bel cross sulla testa ma spreca mandando la palla molto distante dalla porta.

Icardi 7: Il capitano lotta come un leone su ogni palla. Trascina la squadra rendendosi difficile da marcare dalla difesa bianconera segnando il suo ottavo gol alla Juventus alla prima occasione che gli capita. (85′ Santon 4,5: Entra per dare una mano ma invece compie solo danni. Si fa superare da Cuadrado in occasione del pari e si fa sfuggire Higuain sul vantaggio juventino. Serata da incubo per lui).

All.Spalletti 5,5: Mette in campo una squadra cinica che non si scompone nonostante l’uomo in meno e che addirittura si porta in vantaggio. Poi però, sbaglia i cambi e si vede ribaltare il risultato.