Inter-Palermo 1-1, le pagelle nerazzurre: Santon da dimenticare, Candreva decisivo

Non arriva la vittoria tanto agognata per l’Inter, alla prima in casa, con il Palermo infatti non si va oltre l’1-1: a Ripsoli risponde Icardi.

fonte immagine: Inter.it
fonte immagine: Inter.it

Handanovic 5,5: ben poco l’impegno del portiere sloveno che, a parte l’uscita killer del primo tempo, non commette errori.

D’Ambrosio 6: molto meglio la sua partita rispetto a quella del compagno di reparto, propositivo e attento, si rende sempre utile soprattutto in attacco, buona la voglia.

Miranda 6: bene il brasiliano che attento e concentrato offre una prestazione sufficiente, il centrale sarà ancora una volta fortemente utilizzato quest’anno ed è fondamentale iniziare bene subito.

Murillo 6: il colombiano torna dopo la squalifica e si attesta anche lui sulla sufficienza

Santon 5: il gol arriva per colpa di una sfortunata deviazione, la sua partita non brilla anzi, gli errori sono tanti, spesso dettati dalla paura, non un’ottima notizia per l’Inter. (68’ Miangue 6)

Medel 6: dall’inizio alla fine porta a termine quanto richiesto, recupera i palloni che deve e cerca di servire sempre i compagni, classica partita del pitbull neroazzurro.

Banega 5,5: la sufficienza non arriva per colpa della complicità sul gol subito, l’adattamento procede bene ma da lui ci si aspetta sempre di più, oggi è incostante, come molti dei compagni.

Kondogbia 5: sembra di rivederlo nella stagione passata, insicuro e intermittente, il francese alterna giocate utili ad errori sciocchi e la sufficienza si allontana; dopo un anno, lo si aspetta ancora fare il salto di qualità.

Eder 6: meglio con l’ingresso di Candreva, ma nel complesso anche il suo è un 6 politico e niente di più, lo si vorrebbe più in versione europea che neroazzurra.

Icardi 6: primo tempo nascosto per il capitano neroazzurro che prende la sufficienza giusto per il gol segnato, che dimostra come il giocatore non sia mai sazio.

Perisic 6: si spegne nel corso del secondo tempo ma per tutta la prima frazione di gioco, e non solo, è certamente tra i migliori in campo, propositivo e volenteroso, sfiora anche il gol, sufficienza per il croato. (68’ Candreva 6,5)

De Boer 6: l’olandese continua il suo lavoro, dopo una settimana si sono visti piccoli miglioramenti ma la strada è lunga, ottima la scelta di inserire Candevra, vedremo che accadrà dopo la pausa.