Inter-Roma 3-1, le pagelle neroazzurre: Gagliardini è ancora il migliore, Medel follia inutile

La partita cruciale per la stagione dell’Inter finisce nel modo peggiore: sconfitta per 3-1 dalla Roma, la squadra di Pioli vede l’Europa ormai lontanissima, inutile l’1-2 di Icardi perché Medel rovina tutto causando il rigore a pochi minuti dalla fine.

Gagliardini e Pjanic - Fonte immagine: inter.it
Gagliardini e Pjanic – Fonte immagine: inter.it

 

Handanovic 6,5: sui gol non ha colpa e, come sempre, quando è chiamato in causa, risponde sempre presente.

Murillo 6: il colombiano si porta a casa la sufficienza, riesce a non commettere errori gravi e a tenere a freno l’attacco della Roma, a volte un po’ impreciso, ma nel complesso non risulta insufficiente.

Medel 4,5: non fosse per la sciocchezza evitabile del rigore, il cileno si sarebbe portato a casa più della sufficienza: più di 80’ giocati bene e con sicurezza mettendo testa e fisico sui giocatori della Roma riuscendo sempre a trovare l’intervento giusto, ma il fallo da rigore lo fa precipitare tra i peggiori in assoluto.

D’Ambrosio 6,5: anche l’italiano oggi risiede tra i migliori, parte subito bene e per tutta la partita non sbaglia, la sua crescita è evidente, sia in difesa che in attacco è diventato una pedina inamovibile per Pioli, e anche oggi lo dimostra

Candreva 5,5: l’ex laziale offre tanti cross ma non riesce ad incidere, anche lui a volte soffre la fretta, non è una sufficienza pesante però avrebbe potuto dare certamente di più. (75’ Gabigol 5,5)

Gagliardini 6,5: il migliore in campo, anche oggi è un’ottima prestazione la sua, attento, volenteroso, sempre primo sul pallone, ci mette fisico e tecnica in entrambe le fasi, l’unica scintilla di oggi.

Kondogbia 5,5: il francese parte ma finisce in fretta per farsi intrappolare nel centrocampo giallorosso, quando può cerca di rendersi utile ma in fase offensiva finisce per nascondersi sempre di più.

Peresic 5,5: male ma non malissimo, davanti è tra i più pericolosi ma la sfortuna e a volte la troppa fretta gli negano il gol, il croato sulla fascia serve e riesce a rendersi pericoloso ma è apparso anche lui sotto tono.

Brozovic 5: va ad intermittenza, qualche buona idea ma anche tanta confusione dettata soprattutto dalla fretta, potrebbe e avrebbe dovuto fare di più, oggi la sufficienza non arriva proprio.  (55’ Eder 5,5)

Joao Mario 5: il portoghese non si è rivelato l’arma in più, anche lui è spesso assente o troppo confuso, fatica a trovare l’intesa giusta e idee utili per la squadra, anche lui è rimandato.(80’ Banega sv)

Icardi 6: sembra assente per tutto il match ma poi, indisturbato, segna il gol della speranza, le difficoltà di giocare da solo davanti non mancano ma l’argentino è sempre in crescita e riesce a mettere sempre il suo zampino.

Pioli 5,5: le sconfitte contro le grandi cominciano ad essere troppe, la sua squadra è una buonissima squadra ma il gap con le grandi ancora non si è assottigliato, può e deve fare di più, lui come la squadra.