Inter, senti Mancini: “Non c’erano le basi per continuare. Moratti ha fatto la storia”

Roberto Mancini ha parlato ai microfoni di Sky. 

Fonte: Inter.it

L’ex allenatore nerazzurro è ritornato a parlare della fine della sua avventura all’Inter l’estate scorsa. Chiarimenti e impressioni personali su un cammino che non sarebbe potuto continuare assieme viste le differenti scelte societarie che non avrebbero permesso a Mancini di continuare il progetto iniziato un anno prima, con la testa della classifica mantenuta per venti giornate di campionato. Di seguito le sue parole:

“Non è finita male, abbiamo trovato l’accordo per la rescissione consensuale perché non c’erano le basi per lavorare serenamente. Quando sei nel mezzo della cessione del club c’è abbastanza caos. Per noi era fondamentale continuare a lavorare sul progetto che ci aveva visto in testa alla classifica per venti giornate. Bisognava continuare a lavorare su quella strada lì ma non c’erano più le basi per farlo. Questo poteva essere l’anno molto importante. Per quel che riguarda la storia dell’Inter l’ha fatta Moratti. Zhang può farla ma non è così semplice. L’errore più grande è stato mandar via Fassone, un punto di riferimento per tutti noi”.