Italia-Germania 1-0, le pagelle degli azzurrini: Bernardeschi in gol, Gagliardini protagonista

L’Italia batte la Germania e accede alle semifinali dell’Europeo Under 21 grazie al gol di Bernardeschi e alla sconfitta della Repubblica Ceca. Ecco le pagelle degli azzurrini

Donnarumma 6 – Mai eccessivamente chiamato in causa. Presente quando occorre e ottimo nelle uscite sia alte che basse. Sembra aver superato il momento peggiore.

Barreca 6 – La differenza tra lui e Calabria in campo è evidente. Presidia benissimo la sua fascia e non va mai in affanno. Deve trovare più coraggio in fase di spinta.

Rugani 6 – Decisamente un’altra partita rispetto a quella con la Repubblica Ceca. Ritrova serenità, concentrazione e le sue doti tecniche. Quasi nessuna sbavatura.

Caldara 7 – Partita sontuosa negli anticipi. Sembra leggere con anticipo le azioni tedesche ed eccezion fatta per un lancio sbilenco a fine primo tempo non sbaglia sostanzialmente nulla.

Conti 6,5 – Non arriva al 7 solamente a causa di quella ammonizione che lo terrà fuori nella partita con la Spagna. Per il resto dà il meglio di sé: corre fortissimo sulla fascia, ha tante intuizioni e si sovrappone a velocità supersonica. A tratti imprendibile.

Pellegrini 7 – Ancora una volta è lui l’uomo chiave nei momenti cruciali: con la Danimarca sblocca la partita in rovesciata, oggi trova la super scivolata che manda in porta Bernardeschi per l’1-0. In campo è sempre presente, sta giocando un ottimo Europeo.

Gagliardini 7 – Altro egregio della partita. Signore del centrocampo, maestro in fase di impostazione e ottimo anche nei tanti recuperi palla. A questi livelli può essere un punto fermo di questa Nazionale.

Benassi 6 – Il più sottotono del centrocampo degli azzurrini ma comunque positivo nel globale. Meno appariscente e più oscuro il suo lavoro. Utilissimo alla squadra ma forse andava cambiato nel finale.

Chiesa 6,5 – Generosità unica, corre per tutti i compagni di squadra. Gli manca solo un po’ di controllo dei propri mezzi ma quando si accende è pura forza esplosiva. Ottima la prima da titolare. Dal 78’ Petagna 6 – Si limita a lavorare per la squadra, non ha occasione di mettersi in mostra a causa del fiacco finale di gara.

Bernardeschi 8 – Il suo gol vale la qualificazione dell’Italia: illude tutti di passare la palla a Berardi ma invece infila il portiere con un gran tocco. Gioca da centravanti in un ruolo non suo ma spazia da giocatore sapiente. Ha lampi tecnici impressionanti e finalmente sembra essere arrivata in Polonia la superstar italiana che tutti aspettavamo.

Berardi 6 – Il meno brillante dell’attacco ma comunque molto utile. Si sacrifica tanto e a volte è poco lucido. Anche lui sarà squalificato nella partita contro la Spagna. Dall’85 Locatelli s.v.