Italia-Germania, le pagelle dei tedeschi: Tanti volti nuovi, secondo tempo da rivedere

Loew cambia tanto rispetto alla partita contro San Marino, diversi i giovani dal sicuro avvenire che muovono i primi passi anche in campo internazionale.

Thomas Muller. Fonte: Michael Kranewitter - wikipedia.org
Thomas Muller. Fonte: Michael Kranewitter – wikipedia.org

LENO 6: Viene cercato spesso dai suoi compagni e mostra una discreta freddezza con la palla tra i piedi.
KIMMICH 6: Storie tese con Immobile che ne pregiudicano la prestazione, nel secondo tempo non sale mai preoccupato dall’offensiva azzurra.
HUMMELS 6.5: Leader difensivo capace anche di iniziare l’azione. ( Dal 46′ TAH 6 : Perde troppi contrasti, bravo però nel recupero su Belotti che si stava involando verso la porta a metà ripresa)
MUSTAFI 6: L’ex Sampdoria trova sempre diverso spazio con la maglia tedesca, non delude mai la fiducia del mister.
HOWEDES 5: Subisce Zappacosta nel primo tempo, sparisce dal gioco nel secondo.
RUDY 5.5: Si preoccupa più della fase difensiva non sostenendo l’azione d’attacco.
GERHARDT 6: Come molti suoi compagni è autore di un ottimo primo tempo e di una brutta seconda frazione, nel complesso però la prestazione è sufficiente.
WEIGL 5:  Non entra mai nel vivo dell’azione limitandosi al compitino, si lascia superare troppo facilmente non coprendo la difesa.(Dal 70′ GOTZE SV)
GUNDOGAN 6.5: Primo tempo da incorniciare, salta l’uomo e regala assist d’oro ai compagni. Nella ripresa è costretto ad abbassarsi e non crea più pericoli all’Italia.
GORETZKA 6.5: Giovane interessantissimo dal sicuro avvenire, va vicino al goal ma si fa ingolosire e cerca di dribblare anche Buffon senza successo.(Dal 59′ GNABRY 5.5: Sazio dopo la tripletta contro San Marino non punge)
MULLER 6: Abile nel dialogare con i compagni nello stretto, meno nell’attaccare la porta. ( Dal 59′ VOLLAND 6: Trova un goal probabilmente regolare che però viene annullato)