Juve, Marotta si inventa la manovra a sorpresa per arrivare a N’Zonzi

Ogni giorno che passa la Juventus si avvicina sempre di più a N’Zonzi: la trattativa con il Siviglia è ormai in fase caldissima, ma manca ancora qualche dettaglio importante da limare.

Beppe Marotta - Fonte immagine: Pietro Stallone
Beppe Marotta. Fonte immagine: Pietro Stallone
Sembra, infatti, che i bianconeri non siano disposti a pagare cash l’intera clausola richiesta dagli andalusi. Dei tanto vociferati 40 milioni la “Vecchia Signora” ne sborserebbe solo la metà, quindi 20. L’unico modo per pareggiare la domanda è inserire una contropartita tecnica.

È qui che Marotta vuole farsi furbo e cercare di ottenere due piccioni con una fava, sperando di conseguire anche una plusvalenza con il giocatore da sacrificare: si tratta di Mario Lemina. Allegri non avrebbe problemi a privarsi del francese, ma il punto è presentare quest’ultimo come un affare da addirittura 20 milioni, per coprire la spesa dell’altra metà di N’Zonzi.

Insomma, tra Juventus e Siviglia sta iniziando un bel confronto su chi gonfia di più il petto sbandierando le valutazioni delle rispettive pedine. L’impressione è che alla fine possa essere il Siviglia a cedere rinunciando a 5 milioni in modo da chiudere prima che la Juve viri su altri obiettivi.