Juventus-Pescara 3-0, le pagelle dei bianconeri: Khedira spiana la strada al successo della capolista

Una Juve un po’ contratta (soprattutto nel primo tempo) vince 3-0 contro il Pescara e consolida il primato in classifica. Apre le marcature Khedira, poi Mandzukic ed Hernanes completano il tabellino. Da annotare anche l’esordio del PRIMO CLASSE 2000 nella massima serie: KEAN.

Juventus Stadium - Fonte immagine: ACF Fiorentina
Juventus Stadium – Fonte immagine: ACF Fiorentina

NETO 6: Essere il secondo di Buffon è dura, ma il brasiliano si fa trovare sempre pronto quando chiamato in causa.
RUGANI 6.5: Personalità da vendere per il giovane centrale, il minutaggio sempre più elevato è la giusta ricompensa per un professionista serio.
BONUCCI 5.5: Meno preciso rispetto al solito, una sua uscita a vuoto nel primo tempo rischia di costare caro alla squadra.
EVRA 6.5: Permette a Neto di uscire imbattuto dalla sfida di questa sera grazie ad un salvataggio sulla linea al 90′.
LICHTSTEINER 6: Esce dopo soli 24 minuti per una botta presa durante il match. (Dal 24′ CUADRADO 6: Quando sui calci d’angolo resta ultimo uomo non è a proprio agio, per il resto il suo ingresso dà brio alla manovra)
HERNANES 6.5: Finalmente torna ad esultare il “Profeta” con un gran goal dalla distanza, i fischi dello Stadium si trasformano in applausi.
KHEDIRA 7: Bravissimo negli inserimenti senza palla, da una sua incursione nasce il vantaggio bianconero. (Dal 71‘ STURARO 6: Entrato per gestire meglio il triplo vantaggio si limita a giocate semplici).
ASAMOAH 6: Torna a giocare un’intera partita dopo vari infortuni reggendo bene tutti i 90 minuti.
ALEX SANDRO 6.5: Sempre più un punto fisso della squadra di Allegri. Spinge tantissimo e salta sempre l’avversario di turno.
MANDZUKIC 7.5: Migliore in campo in assoluto: lottatore, trascinatore, onnipresente. Sigla un goal ed un assist prima di congedarsi dal campo. (Dall’83 KEAN SV.)
HIGUAIN 6: Cerca il goal colpendo un palo dopo una conclusione stupenda. Purtroppo questo periodo non sembra sorridere al Pipita che proverà a sbloccarsi martedì contro il Siviglia.