Mercato Lazio, il primo colpo potrebbe essere in difesa

Potrebbe essere in difesa il primo colpo di mercato della Lazio. La società biancoceleste e la Seg, la società olandese che detiene, tra le altre, la procura di De Vrij, sarebbero infatti ad un passo da quello che sarebbe un accordo clamoroso ovvero il prolungamento del contratto dell’olandese fino al 2020.

Lazio, Olimpia - Fonte immagine: Danilo Rossetti
Lazio, Olimpia – Fonte immagine: Danilo Rossetti

Il giocatore, in scadenza nel 2018, sembrava fino a poche ore fa destinato a lasciare la capitale questa estate. Nonostante il club biancoceleste abbia avanzato una prima proposta di rinnovo che è stata declinata, tra De Vrij e Lotito non c’è ruggine. Tra i due sembra infatti che viga un gentleman agreement per cui in caso di una chiamata da una big che consenta magari al giocatore di prendere parte alla Champions, il patron laziale non farebbe ostruzionismo alla cessione. Davanti a cifre ritenute ovviamente adeguate. Il problema è che questa chiamata non arriva e così De Vrij potrebbe ora prolungare il suo accordo con la Lazio. Sull’olandese sembrava esserci un interesse di Manchester United e Juventus (quest’ultima però si muoverebbe solo in caso di partenza di Bonucci).

Contatti veri tra le parti però non ce ne sono stati e così il difensore biancoceleste, che a Roma si trova bene e che ha un debito di riconoscenza con la società di Lotito che lo ha curato ed aspettato per un anno dopo il brutto infortunio subito all’inizio della stagione 2015/2016, ha deciso di sedersi nuovamente al tavolo con Tare per trattare il rinnovo.

Lazio e Seg si sono già viste una seconda volta e stanno trattando per prolungare il contratto fino al 2020 con un adeguamento di ingaggio che porterebbe l’olandese alla soglia massima prevista da Lotito (2 milioni a stagione più bonus) e che prevederebbe anche una clausola rescissoria. Tema intorno al quale, al momento, verte la contesa. La Lazio infatti vorrebbe fissarla a 30 milioni mentre la Seg chiede che non superi i 20. Probabile, data la differenza, che un accordo si trovi a 25. In tempi, per altro, brevi.