Milan-Bologna 3-0, le pagelle dei rossoneri: un tris che vale l’Europa

A San Siro ha vinto il Milan. 

La Curva del Milan
(Curva Sud Milan – foto: Salvatore Suriano)

3-0 il risultato finale contro il Bologna. Dopo un primo tempo privo di emozioni, Montella ha indovinato i due cambi che hanno trasformato la partita. Honda, anche in gol, e Fernandez hanno trascinato il Milan in Europa. Lapadula migliore in campo, non ha mai mollato e ha trovato il gol. Di seguito le pagelle dei rossoneri

Donnarumma 6: ordinaria amministrazione, gli avversarsi non si rendono quasi mai pericolosi.

Gomez 6,5: giocata da campione su una ripartenza, San Siro apprezza e lo incita. Spinge molto sulla fascia, si copre bene.

Paletta 6: pochi rischi, blocca Destro con intelligenza e mantenendo la posizione. Si rende pericoloso su alcuni corner.

Romagnoli 6,5: come il compagno di reparto, davanti cerca il gol in un paio di occasioni. Difense senza problemi, più propositivo rispetto a Paletta.

Deulofeu 6,5: tiene sempre vivo il Milan con le sue giocate. In occasione dei gol ci mette lo zampino e alla fine trova anche la sua rete personale. Per i  rossoneri questo tipo di giocatore non può mancare. (Dall’84’ Cutrone s.v.)

Pasalic 6,5: ordinato e preciso per tutta la gara, il suo compito non lo sbaglia mai. Ha trovato la costanza, la squadra si appoggia molto a lui.

Montolivo 6: prestazione sufficiente, non è al top e si sa, ma crea filtro in mezzo al campo. Buoni recuperi come un tempo, assente in cabina di regia.

Bertolacci 5: tanto impegno e altrettanta corsa, ma con poca qualità. Prima gara dal 1′ dopo gli infortuni, ma la poca brillantezza l’hanno notata anche i tifosi che non hanno risparmiato i fischi. (Dal 46′ Fernandez 6,5:
entra in campo all’inizio della ripresa e dà movimento alla manovra. Suo il bell’assist per l’1-0 di Deulofeu).

Vangioni 6: ordinato anche lui, spinge sulla fascia e non fa nè più e nè meno di quanto gli viene chiesto.

Lapadula 7,5: è il migliore in campo. Nel momento peggiore del Milan, lui mette a disposizione grinta e voglia. Dopo tanta lotta, trova il gol della consacrazione.

Bacca 4: fischiato fin da subito, non ha inciso sul match. San Siro non gli perdona nulla, lui non fa niente per riscattarsi. (Dal 57′ Honda 7: entra e, paradossalmente, la partita cambia in meglio. Più movimenti, più spazi trovati. Il giapponese trova il gol su punizione che vale l’Europa).

All.Montella 7: primo tempo con poche idee, poi indovina i due cambi che trasformano la partita. Complimenti a lui per queste intuizioni. Non solo: dopo tre anni è lui a riportate il Milan in Europa.