Milan-Sampdoria 0-1, le pagelle dei blucerchiati: vittoria firmata Muriel e Quagliarella

Dopo aver domato la Roma tra le mura amiche, la Sampdoria espugna San Siro. Giampaolo batte Montella per la prima volta. Ecco le pagelle dei blucerchiati:

Tifosi della Sampdoria - Autore: Luca Distint Fonte: Flickr.com
Tifosi della Sampdoria – Autore: Luca Distint
Fonte: Flickr.com
Viviano 7: al rientro dopo quattro mesi dimostra di essere già in ottima forma. Sicuro e determinante in più di una occasione, monumentale su Lapadula.

Bereszynski 7: dopo l’esordio positivo con la Roma, il polacco,  conferma di essere una pedina importante nello scacchiere di mister Giampaolo. Grande personalità e soprattutto dinamicità a tutto campo.

Silvestre 6.5: forse non impeccabile ma sempre fondamentale come punto di riferimento per i compagni di reparto.

Skriniar 7: giovane anagraficamente ma un veterano nelle prestazioni che offre e che lo consolidano come rivelazione di questa stagione. Mai in affanno, neppure contro gli avversari più ostici. Una sicurezza.

Regini 6: alterna ottime cose a ingenuità che ne penalizzano la valutazione.

Torreira 7: il fulcro del centrocampo blucerchiato. Recupera, imposta e rimedia agli errori dei compagni, un motorino inesauribile dal primo all’ultimo minuto di gioco.

Linetty 6.5: spreca una buona occasione per portare in vantaggio i suoi nella prima frazione poi si fa perdonare con una prestazione senza sbavature.

Praet 6: in calando rispetto alla prova della scorsa domenica. Troppo spesso appare impalpabile il suo apporto nella manovra dei blucerchiati.

Fernandes 5.5: corre e pressa ma non incide e non si rende protagonista di nessuna azione degna delle sue possibilità.

Quagliarella 7: gara di sacrificio coronata da un guizzo che regala alla Sampdoria il rigore che vale i tre punti.

Muriel 7: nel primo tempo delizia il pubblico con giocate da vero campione, nella ripresa in leggero calo ma freddo nello spiazzare Donnarumma. Decisivo.

Djuricic 7: dal 53′ da una svolta alla gara. Preziosissimi i suoi spunti.

Schick 6: buon lavoro del giocatore che permette ai compagni di rifiatare.

Alvarez s.v