Napoli-Dinamo Kiev 0-0, le pagelle degli azzurri: prestazione opaca, si salvano in pochi

Il Napoli di Maurizio Sarri non riesce a vincere contro la Dinamo Kiev rinviando il discorso qualificazione all’ultima giornata quando giocherà in casa del Benfica. Ai partenopei basterà un punto contro i portoghesi, ma la prestazione di stasera non è incoraggiante.

Fonte:  Foto Calcio Napoli - Danilo Rossetti (Fanpage Facebook)
Fonte: Foto Calcio Napoli – Danilo Rossetti (Fanpage Facebook)

REINA 5.5: spettatore non pagante per gran parte della partita, una sua uscita a vuoto nel finale rischia però di costare cara alla squadra.
HYSAJ 6: è un attaccante aggiunto in fase offensiva, spinge tantissimo, spesso però è disattento nelle marcature.
ALBIOL 6: il rientro dello spagnolo è importante anche per il futuro, con lui in campo la solidità difensiva sembra essere di nuovo il punto di forza degli azzurri.
KOULIBALY 6.5: il solito muro, recupera palloni ed annulla letteralmente Besedin.
GHOULAM 6: soffre un po’ troppo la presenza di Yarmolenko, ciò nonostante avanza appena la squadra recupera palla.
DIAWARA 5.5: meno preciso nelle verticalizzazioni rispetto al solito, deve forse rifiatare.
ZIELINSKI 5: da rivedere la prova del centrocampista azzurro, mai nel vivo dell’azione e spesso in ritardo in fase di ripiegamento. (Dal 77′ ALLAN SV)
HAMSIK 6.5:  E’ sempre il punto di riferimento della squadra, ma non trova lo spunto decisivo questa sera. Va vicino al goal con un bel controllo orientato con conseguente tiro nel secondo tempo.
CALLEJON 5.5: tanta corsa come sempre per lo spagnolo che non viene servito a dovere dai compagni di reparto.
MERTENS 5: nella posizione di falso nueve non riesce a dare il meglio, quando si sposta sulla sinistra con l’ingresso di Gabbiadini le cose non migliorano. (Dall’87 GIACCHERINI SV)
INSIGNE 5.5: sembrava un giocatore ritrovato dopo la doppietta di Udine, purtroppo però è egoista in più di un’occasione negando ai compagni ottime possibilità. (Dal 65′ GABBIADINI 6.5: ingresso positivo per l’attaccante che cerca il goal con due tiri di sinistro, il primo termina a lato di pochissimo, il secondo è deviato dal portiere avversario).