Napoli-Juventus 3-2, le pagelle degli azzurri: bene Hamsik, ma è Higuain contro AdL

Così come la Roma di fronte alla Lazio, il Napoli ha battuto la Juventus in casa per 3-2 nella semifinale di ritorno di Coppa Italia, ottenendo tuttavia un risultato insufficiente per l’accesso all’ultimo atto del 2 giugno. Ecco dunque le pagelle degli azzurri:

Hamsik - Fonte: Pagina Facebook "Foto Calcio Napoli - Danilo Rossetti"
Hamsik – Fonte: Pagina Facebook “Foto Calcio Napoli – Danilo Rossetti”
Reina 5: Sul primo goal di Higuain poteva fare sicuramente di più. Incolpevole, invece, sul secondo. Per il resto non è chiamato a particolari interventi.

Hysaj 6: Si comporta bene in entrambe le fasi, soprattutto in quella offensiva dove offre più di uno spunto.

Chiriches 4,5: Un errore marchiano stava per chiudere la partita ben prima del tempo, ma la frittata è servita comunque nella ripresa quando si dimentica Higuain, non uno a caso, che rimane così libero di firmare il raddoppio. Male anche in altri frangenti. Il peggiore in campo.

Koulibaly 6,5: Non ha colpe sui goal e prova a farsi sentire anche in avanti. Regge bene Cuadrado.

Ghoulam 6: Prestazione senza infamia e senza lode. I cross non sono dei migliori. Riesce a tenere a bada quanto basta il nervosismo.

Zielinski 6: Meglio in impostazione che in interdizione. La prova sarebbe buona se non fosse condita da qualche amenità disseminata qua e là. Sprecata la conclusione sull’esterno della rete dopo il goal sfiorato da Callejon (dall’81’ Allan s.v.).

Diawara 6: Arriva troppo tardi sull’inserimento di Higuain per il secondo goal del “Pipita”. Nonostante non sia abituato a sfide di questo tenore non soffre la pressione, ma paradossalmente aveva brillato di più contro il Real Madrid.

Hamsik 7: È tra coloro che ci crede di più fra i suoi, catalizzando e concludendo la manovra anche nel migliore dei modi con la rete del momentaneo 1-1, il secondo nel giro di 4 giorni nella stessa porta. (dal 74′ Pavoletti 6: Può giocare pochi palloni, di cui uno che rischia di trasformarsi nel suo primo goal in azzurro, che tarda comunque ad arrivare).

Callejon 6,5 Solita verve per lo spagnolo, preciso sull’ultimo passaggio. Un miracolo di Neto non gli consente di portare il Napoli in vantaggio per 1-0: sarebbe stata un’altra partita.

Milik 6 Forse la forma non sarà ancora al massimo, ma anche non agitandosi troppo smuove l’attacco con un bel tacco per Insigne nel primo tempo ed una conclusione dalla distanza nel secondo (dal 60′ Mertens 6,5: Dentro e trova subito la specialità della casa: il goal. Sarri sperava di inserirlo in un secondo momento per sfruttare la sua esplosività e nonostante il passivo importante il belga ripaga nel migliore dei modi).

Insigne 6,5 Cerca più volte di ripescare dal repertorio il suo buon vecchio tiro a giro, ma spreca clamorosamente due occasioni. A lui il goal della speranza del 3-2, tuttavia definitivo.