Napoli-Lazio 1-1, le pagelle dei biancocelesti: difesa a tre da rivedere, Keita trascinatore

La Lazio tiene testa al Napoli ed aggancia momentaneamente il Milan al terzo posto in classifica in attesa dell’incontro di domani che vedrà i rossoneri impegnati a Palermo.

lazio
(Lazio in campo a San Siro – Foto: Salvatore Suriano)

MARCHETTI 6.5: Risponde presente sul tiro dalla distanza di Insigne ed è preciso nelle uscite, sul goal di Hamsik non può nulla.
BASTA 5.5: Il ruolo di centrale non giova alla sua prestazione. Perde spesso l’1 vs 1 contro Insigne, cerca di spingere, ma lascia dietro di sè spazi invitanti per il contropiede azzurro.
WALLACE 5.5: In occasione del goal del Napoli si lascia sfuggire Hamsik che lo disorienta letteralmente.
RADU 6: Partita senza infamia e senza lode per Radu, grazie alla sua duttilità riesce ad essere centrale anche in una difesa a 4 come nel finale di gara.
ANDERSON 6.5: Si sposta da destra a sinistra nel finale per trovare maggior fortuna, è un po’ limitato dai compiti difensivi imposti da mister Inzaghi.
PAROLO 6.5: Partita di quantità per il 16 biancoceleste, bravissimo negli inserimenti senza palla. Aiuta sui raddoppi i compagni di squadra anche se il giallo preso nel primo tempo non gli permette sempre di azzardare l’intervento.
BIGLIA 6: Rientrare dopo un infortunio è sempre difficile, ma quando hai la qualità riesci a colmare qualsiasi lacuna, è il caso proprio del metronomo laziale che riesce a rimanere lucido per tutti i 90′.
LULIC 5.5: Nel primo tempo prova a spingere riuscendo ad impensierire la corsia di destra azzurra, nel secondo tempo appare stanco e perde lucidità. (Dal 78′ PATRIC S.V )
MILINKOVIC 6: Inizialmente staziona dietro le punte dando una mano alla fase offensiva biancoceleste, poi quando la Lazio sembra perdere equilibrio ritorna mezz’ala.
KEITA 7: Si accende a tratti, ma trova sempre il modo di impensierire la difesa avversaria, sul goal è bravo nel spostare la palla in maniera veloce sorprendendo Reina.(Dall’83’ Djordjevic S.V )

IMMOBILE 6: Match complicato per il centravanti laziale che per trovare spazio deve arretrare, è limitato bene da un ottimo Koulibaly. (Dall’87’ LOMBARDI S.V)