Napoli-Sampdoria, 2-1: Tonelli salva gli azzurri nel recupero

L’ultima partita del girone d’andata, la diciannovesima del campionato, sorride al Napoli di Maurizio Sarri. Gli azzurri al 95′, proprio all’ultimo minuto di recupero, battono la Sampdoria allo stadio “San Paolo” ed agganciano il secondo posto, condiviso con la Roma a trentotto punti.Sarri

Il primo tempo è confusionario e movimentato. Le due squadre prima si studiano, poi si affrontano a viso aperto, senza però mai essere pericolosi in maniera concreta. La Sampdoria prende coraggio, cerca di trarre vantaggio dalla forma non ottimale della rosa campana e, in effetti, controlla il match, con continue ripartenze e baricentro alto. L’autorete di Hysaj al 30′ carica gli ospiti che continuano a dominare durante i primi quarantacinque minuti. I padroni di casa sbagliano tantissimo, a centrocampo Allan, Jorginho ed Hamsik appaiono spenti e privi di idee. Gli azzurri fanno fatica ad impostare in attacco, concedendo davvero troppo agli avversari.

La partita sembra favorire nettamente i blucerchiati, che chiudono la porta in faccia a Mertens per ben due volte, con Puggioni scatenato e autore di una prestazione superlativa. All’avvio della seconda frazione di gioco i partenopei tentano di reagire. La formazione di Sarri può approfittare anche alla superiorità numerica dovuta all’espulsione di Silvestre al 61′ e all’entrata in campo di Manolo Gabbiadini, più fresco e lucido rispetto ai compagni. La reazione avviene e proprio Manolo, con un guizzo, mette a segno il gol del pareggio al 77′.

Il finale è un assedio, con tutti i giocatori del Napoli nella metà campo avversaria. Il solito Puggioni riesce a tener testa fino al 95′, quando Lorenzo Tonelli, di piatto, mette dentro col destro il gol del vantaggio, beffando la Sampdoria e regalando una vittoria inaspettata a tutti i tifosi napoletani.