Palermo, esonerato De Zerbi. Panchina a Corini

Costa cara a De Zerbi l’eliminazione del Palermo dalla Coppa Italia, ai rigori, per mano dello Spezia.

Corini
Corini – Fonte: calciocatania (Flickr)

Il presidente del club rosanero, Maurizio Zamparini, ha infatti deciso di sollevare dall’incarico l’ex allenatore del Foggia ed affidare la panchina ad Eugenio Corini. Una decisione, quella della separazione da De Zerbi, che era nell’aria già da qualche tempo. Sotto la sua gestione infatti il Palermo ha conosciuto la sua peggior striscia negativa nella massima serie. Domenica scorsa contro la Lazio era arrivata la settima sconfitta consecutiva, record assoluto per la Serie A. E se questo non bastasse, il Palermo al Barbera in questa stagione non ha ancora fatto un punto. Nonostante i numeri negativi Zamparini aveva comunque deciso di confermare De Zerbi. Ma la sconfitta in Coppa Italia è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Il numero uno del club ha anche spiegato a La Repubblica la sua posizione: “E’ stato uno spettacolo penoso. Penosa la squadra e penoso l’allenatore. Il giorno prima della partita gli avevo mandato un sms dicendogli che non m’interessava nulla della partita con la Fiorentina e che quello con lo Spezia era un passaggio molto delicato dal punto di vista psicologico. Per questo motivo gli ho chiesto di fare giocare tutte le prime linee. E lui cosa ha fatto? Ha schierato una squadra con tante riserve. Sono certo che lo ha fatto per farci cacciare e, a questo punto, chiederò la risoluzione del contratto per gravi inadempienze. Sono molto deluso perché questa, più che un offesa a me, è un’offesa al pubblico di Palermo e alla sua passione“. La palla passa dunque ad Eugenio Corini che del Palermo è stato giocatore ma non allenatore. Il tecnico è fermo da due anni. L’ultima esperienza del neo mister dei rosanero è datata 2014-2015 sulla panchina del Chievo che lo esonerò il 19 ottobre 2014.