Palermo-Milan 1-2, le pagelle dei rossoneri: Suso sugli scudi, Bacca assente dalla manovra

Allo stadio Barbera di Palermo, termina 1-2 la sfida tra i padroni di casa e il Milan con reti di Suso, Nestorovski e Lapadula. Di seguito le pagelle dei rossoneri:

suso palacio inter milan
(Suso e Rodrigo Palacio nel derby – Foto: Salvatore Suriano)

Donnarumma 5,5: nonostante un buon Palermo è poco impegnato. Commette un evidente errore di posizione sul gol di Nestorovski.

Abate 6: tiene a bada prima Embalo e poi Diamanti, senza soffrire particolarmente.

Paletta 7: con un intervento strepitoso ha salvato il risultato nel momento più difficile del Milan. Denota una sicurezza incredibile, che trasmette al reparto.

Romagnoli 6,5: bene, nonostante un paio di errore in disimpegno che recupera prontamente.

De Sciglio 6: anche lui, come Abate, tiene a bada l’avversario di turno, proponendosi anche in un paio di occasioni in avanti.

Locatelli 6,5: ottimo a protezione della difesa, cresce sotto il punto di vista del carattere. Cerca ancora la giocata con fin troppo coraggio.

Pasalic 6: un primo tempo di spessore, cala però nella ripresa sparendo quasi dal gioco. Va dato atto di una condizione non ottimale (dal 63’ Mati Fernandez 6: assente da quasi due mesi, entra col piglio giusto).

Kucka 5,5: a tratti irritante, sembra vivere una fase di appannamento mentale più che fisico (dal 72’ Poli 6,5: entra mordendo le gambe agli avversari e avventandosi su tutti i palloni).

Bonaventura 6,5: che sia a centrocampo, che sia in attacco, è il giocatore da cui passano tutti i palloni giocati dal Milan. Riesce praticamente sempre a fare la cosa giusta nel momento giusto.

Bacca 5: abulico e assente dal gioco, il suo unico squillo è quando conclude dai 20 metri, trovando Posavec pronto (dal 79’ Lapadula 7: entra, corre, segna di tacco il gol da tre punti. C’è da aggiungere altro?).

Suso 7: gol quasi fortunoso, anche se gli va dato atto di aver trovato l’angolo giusto. Anche lui, come Bonaventura, preziosissimo nelle manovre d’attacco. Trova un duello con Posavec che il portiere vince alla distanza nonostante il gol.