Pescara-Fiorentina 1-2, pagelle viola: molte assenze, lentezza, ma vittoria fondamentale

La partita era stata rinviata per neve, nei giorni della nevicata e del terremoto. Stasera la Fiorentina, con molta fatica, ha rimontato e vinto la sfida.

Decisivo Cristian Tello, da sempre in ombra per le prestazioni. Questa sera i viola non possono recriminare, pur avendo perso per strada molti punti in gare simili a quella appena disputata.

Fonte: Federico Berni

Le assenze di Kalinic, Bernardeschi, Astori e Gonzalo Rodriguez sono molto più pesanti di quanto sembri.

Paulo Sousa non può dormire sonni tranquilli per le prestazioni della difesa.

Chiesa ha cambiato la partita con il suo ingresso in campo. Babacar insufficiente, come Ilicic.

I tifosi giunti da Firenze espongono uno striscione da menzionare, a sostegno delle popolazioni terremotate.

PAGELLE FIORENTINA

SPORTIELLO 6,5: salva il risultato al 89′ su un tiro micidiale del Pescara. Per il resto ordinaria amministrazione

TOMOVIC 5,5: falloso, bravo nella fase di attacco ma disattento e in difficoltà contro l’avversario che lo pressa.  (dal 1′ s.t. CHIESA 7: ha cambiato la partita. Dinamico e determinato. La Fiorentina ha bisogno di lui come dell’ossigeno)

DE MAIO 5,5: insicuro e con molti limiti tecnici. La Fiorentina ha rischiato di più di quello che avrebbe dovuto. Sul gol di Caprari non segue nè l’attaccante nè la palla.

CARLOS SANCHEZ 6: sempre presente e attento ma alterna giocate di fino a errori di inesperienza difensiva.

MAXI OLIVERA 6: percorre la fascia come un cursore, nel primo tempo, ma non ha le qualità per crossare e portare pericoli. Nel secondo tempo gioca centrale sinistro e non è valutabile perchè mai in difficoltà e impegnato solo nei rilanci.

TELLO 7: molte volte è stato considerato inutile e non adatto. Stasera ha segnato una doppietta fondamentale. A destra nel primo tempo ha lavorato bene, a sinistra, nella ripresa, ha forse lavorato meglio. Dimostra di avere doti superiori ad altri e di poter essere decisivo.

VECINO 6,5: una spina nel fianco del Pescara, un gran lavoratore, corre e cerca anche la conclusione come punta aggiunta.

BADELJ 5,5: leggerezze intollerabili e distrazioni da dimenticare hanno caratterizzato la sua partita, ma sono già due o tre gare che va così. Il calciomercato è finito ieri e quindi dovrà giocare con l’animo in pace di esser rimasto a Firenze: si richiede applicazione e impegno.  (dal 39′ s.t. CRISTOFORO s.v.)

BORJA VALERO 6,5: è tornato ad essere il gestore della squadra, l’uomo ovunque, il fulcro del gioco viola. Talvolta è ancora un po’ lento ma stasera non poteva fare di più.

ILICIC 6: prova a tirare molte volte ma non ha mai la fortuna di calciare bene e con forza. Egoista, andando a tirare da fuori e non facendo l’ultimo passaggio decisivo in area. Superficiale negli scambi e lento nelle azioni in cui servirebbe di non “dormire”.

BABACAR 5: non ha fatto nulla. Non ha aiutato la squadra mai, restando ancorato alla propria posizione senza cercare la palla o il compagno. Troppo falloso. (dal 96′ SALCEDO s.v.)

Allenatore PAULO SOUSA 6: schiera i giocatori che ha, non può fare nulla di più. Deve provvedere a migliorare la fase difensiva anche e soprattutto con le riserve perchè non sono tollerabili certe prestazioni dei singoli.

Arbitro Sig. RUSSO 6,5: ottima direzione di gara.