Premier League, 10° turno: poker per Arsenal, Man City e Liverpool

Goal e spettacolo nella decima giornata di Premier League, in un turno che si è aperto con il lunch match fra Sunderland e Arsenal terminato 1-4 in favore del club londinese.

Olivier Giroud (Fonte: Ronnie Macdonald, flickr.com)
Olivier Giroud (Fonte: Ronnie Macdonald, flickr.com)

Gli uomini di Arsene Wenger hanno maramaldeggiato contro il fanalino di coda di questa Premier League, sbloccando la sfida nel primo tempo grazie ad un goal da centravanti vero di Alexis Sanchez, bravo nel girare di testa un cross di Oxlade-Chamberlain. Nella ripresa i Black Cats hanno trovato il momentaneo pareggio con un rigore trasformato da Jermain Defoe (goal numero 148 in Premier League per lui), ma l’ingresso in campo di Olivier Giroud ha girato nuovamente la gara in favore dei Gunners con l’attaccante francese bravissimo nel siglare prima l’1-2 con una girata volante in area e poi l’1-3 con un bel colpo di testa. Nel finale poker e doppietta anche per Sanchez con i londinesi ancora primi in classifica. Al fianco dell’Arsenal in vetta a quota 23 ci sono anche il Manchester City ed il Liverpool, con i ragazzi di Pep Guardiola che tornano al successo dopo un mese di digiuno spazzando via con un perentorio 4-0 in trasferta il WBA. Firme d’autore per i Citizens con il ritorno al goal del Kun Sergio Aguero nel primo tempo (doppietta per lui) e le due reti segnate poi nella ripresa da Ilkay Gundogan. Successo esterno anche per il Liverpool di Jurgen Klopp che ha sconfitto 4-2 il Crystal Palace nel match del tardo pomeriggio. A Selhurst Park accade praticamente tutto nella prima frazione di gioco con i Reds avanti grazie ad Emre Can dopo un quarto d’ora, poi pareggio delle Eagles con McArthur, nuovo vantaggio ospite con la rete di Lovren, ancora McArthur per il 2-2 alla mezz’ora e punto del 2-3 firmato in chiusura di tempo da Joel Matip. Nella ripresa piazza la ciliegina sulla torta il goal segnato a venti minuti dalla fine della gara da Roberto Firmino per il definitivo poker dei Reds.

Si stacca dal terzetto di testa il Tottenham che ha impattato per 1-1 contro il Leicester City di Claudio Ranieri a White Hart Lane. Spurs avanti in chiusura di prima frazione con un penalty trasformato da Janssen, pari firmato da Musa per le Foxes in apertura di ripresa. Con questo pareggio (il terzo consecutivo) gli uomini di Pochettino vanno a tre punti dalle formazioni di testa, ma restano ancora l’unica formazione imbattuta di tutta la Premier League. Non va, invece, oltre lo 0-0 casalingo il Manchester United di José Mourinho (espulso anche per proteste nell’intervallo) contro l’ostico Burnley, trascinato dalle parate del suo estremo difensore Thomas Heaton, davvero grande protagonista della partita.

Chiudiamo infine con il prezioso successo casalingo 1-0 del Watford di Walter Mazzarri contro l’Hull City arrivato grazie ad un autogoal di Dawson e con il 2-0 del Middlesbrough sul Bournemouth (goal dell’ex Bologna Gaston Ramirez e del veterano Stewart Downing).

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.