Premier League, 2° turno: Man Utd rullo compressore, ok il Liverpool, cade l’Arsenal

Il lunch-match della seconda giornata di Premier League ci regala subito la prima vera candidata al titolo di campione d’Inghilterra 2017-2018, vale a dire il Manchester United i José Mourinho che bissa il successo dell’opening game imponendosi ancora una volta 4-0 anche sul campo del malcapitato Swansea.

La gioia di Pogba e Lukaku (fonte: Ardfern, wikimedia.org)

I Red Devils vincono una partita molto più complicata di quanto possa dire il punteggio finale, visto che il vantaggio di Bailly è arrivato solo in chiusura di primo tempo, mentre il crollo della formazione gallese è arrivato solo nei dieci minuti conclusivi quando Romelu Lukaku (terzo centro in due gare di Premier League), Paul Pogba e Anthony Martial (gli stessi marcatori di una settimana fa) hanno calato il poker finale. Manchester United primo con +8 di differenza reti e De Gea ancora imbattuto dopo due giornate. A sei punti, ma con una peggiore differenza reti (+2) c’è anche il WBA di Tony Pulis, capace di vincere in trasferta per 1-0 sul campo del Burnley. Goal vittoria nella ripresa a venti dalla fine di Robson-Kanu (poi espulso), dopo un’azione tutta forza e prepotenza.

Primo successo stagionale, invece, per il Liverpool di Klopp che a fatica batte 1-0 ad Anfield il Crystal Palace di Frank De Boer (alla seconda sconfitta consecutiva in Premier League). Decisivo per i Reds il goal di Saido Mané al minuto 73, con una zampata da rapinatore dell’area di rigore, con Klopp che in vista del ritorno del play-off di Champions League ha fatto riposare diversi uomini importanti, dando spazio a chi aveva giocato meno. Successo interno anche per il Leicester che ha regolato 2-0 la matricola Brighton. Okazaki segna il vantaggio lampo dopo una manciata di secondi (sfruttando una corta respinta del portiere su tiro di Mahrez), nella ripresa chiude i giochi Maguire sugli sviluppi di un corner battuto sempre dal fantasista algerino. Vince in casa anche il Southampton che supera 3-2 il West Ham in una partita divertente e vibrante fino all’ultimo secondo. Saints avanti con Manolo Gabbiadini, poi raddoppia Tadic su rigore, con nel mezzo il rosso ad Arnautovic che lascia gli Hammers in dieci. In chiusura di tempo accorcia il Chicharito Hernandez, che poi nella ripresa pareggia i conti da grande opportunista. Ma in pieno recupero nuovo rigore per i Saints, con Austin che non trema e segna il goal vittoria spiazzando Hart. Vittoria esterna, invece, per il Watford che regola con un netto 2-0 il Bournemouth grazie alle reti nel secondo tempo del giovane talentino brasiliano Richarlison (primo centro in Premier League) e di Capoue.

Chiudiamo infine con la sconfitta 1-0 dell’Arsenal sul campo dello Stoke City, con gli uomini di Hughes che battono quelli di Wenger grazie al primo goal in Premier League dell’ultimo arrivato in casa Potters Jesé Rodriguez, bravo a superare Cech ad inizio ripresa su preciso assist di Berahino.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.