Premier League, 4° turno: uragano Lukaku, è tris dell’Everton

Nel monday night della quarta giornata di Premier League l’Everton di Ronald Koeman spazza via con un secco e perentorio 3-0 il Sunderland grazie ad una fantastica tripletta messa a segno dal suo bomber Romelu Lukaku, protagonista assoluto del match allo Stadium of Light.

Romelu Lukaku (fonte: EFCsophie, Flickr.com)
Romelu Lukaku (fonte: EFCsophie, Flickr.com)

Dopo una prima frazione di gioco equilibrata e davvero povera ed avara di emozioni (uniche azioni degne di nota un tiro alto di Jermain Defoe da buona posizione per il Sunderland e un colpo di testa di Lukaku respinto alla grandissima da Pickford per gli ospiti), nella ripresa il centravanti belga si è caricato sulle spalle l’Everton portandolo alla vittoria grazie a tre reti messe a segno in dieci minuti a cavallo dell’ora di gioco. Primo goal con un perentorio colpo di testa sotto misura su cross di Gueye, secondo goal al 68° quando ancora una volta ha battuto Pickford con una zuccata in area di rigore sfruttando un traversone dalla sinistra dell’ex Crystal Palace Bolasie, tris servito infine al minuto 71 quando in campo aperto ha trafitto il portiere di casa con un preciso piatto mancino. Nel mezzo anche una traversa colpita con una fantastica girata da dentro l’area.

Torna quindi al goal in Premier League il centravanti dell’Everton (ancora a secco in questo avvio di stagione), che fa 122 reti in carriera a soli ventitre anni e grazie a questo meraviglioso hat-trick lancia la formazione blu di Liverpool al secondo posto in classifica con 10 punti, al pari del Chelsea, sopra di uno sul Manchester United e a meno due dalla capolista Manchester City. Resta invece ultimo insieme allo Stoke City il Sunderland dell’ex manager dei Toffees David Moyes, complice un avvio di Premier League davvero negativo (un solo punto nelle prime quattro giornate).

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.