Premier League, Tottenham e Liverpool non vanno oltre l’1-1

Nel big match di giornata il Tottenham riesce a fermare il Liverpool a White Hart Lane con un 1-1 che non accontenta per niente i due allenatori. Non timbra ancora il cartellino Harry Kane, il capocannoniere della scorsa stagione che alla terza partita è ancora a secco di gol. Tante preoccupazioni invece per Klopp che dopo la bellissima vittoria all’esordio contro l’Arsenal non riesce più a trovare la vitoria.

White Hart Lane, stadio del Tottenham - Fonte: cottontimer (Wikipedia)
White Hart Lane, stadio del Tottenham – Fonte: cottontimer (Wikipedia)

La gara si presenta come una delle più entusiasmanti: fin dai primi minuti le due formazioni riescono a trovare ottime occasioni, sfiorando la rete prima con Coutinho, che spreca l’ottimo passaggio di Firmino, e poi con un colpo al volo dal limite di Alli che manda il pallone soltanto a lato della porta difesa da Mignolet.

A spiccare nel primo tempo è soprattutto Coutinho: contro un Tottenham che schiera un 4-4-2 di emergenza, con l’ingresso di Janssen per l’infortunato Walker, il brasiliano riesce a dar sfogo a tutto il suo estro mettendo più volte in difficoltà la difesa avversaria. La partita si sblocca soltanto a tre minuti dall’intervallo, grazie ad un calcio di rigore procurato da Firmino e trasformato in maniere impeccabile da Milner, molto abile a spiazzare Vorm.

Nella ripresa il Tottenham cambia totalmente volto, tornando in campo con lo spirito combattivo e la voglia di strappare almeno un pareggio fra le mura amiche ad un Liverpool non proprio perfetto. A risollevare gli animi degli Spurs al 73′ ci pensa Rose: raccoglie un pallone di Lamela e supera Mignolet con un esterno mancino diretto sul primo palo.

Sul finale di partita il Liverpool si accende e prova a segnare la rete del nuovo vantaggio con i tentativi di Wijnaldum e Lallana, entrambi stregati dal portiere del Tottenham. Nulla da fare per le due squadre che devono accontentarsi di dividere la posta in palio, un bottino misero ma tutto sommato giusto per quanto visto in campo.