Serie A, Roma-Atalanta 1-1: le pagelle dei giallorossi

La Roma regala un tempo all’Atalanta e pareggia una partita ostica e impostata nel peggiore dei modi. La Juventus ringrazia e vola verso il 6° scudetto consecutivo. Il vero problema resta il Napoli che può accorciare il gap dal secondo posto.

LE PAGELLE DELLA ROMA

Szczesny 6: incolpevole sul gol bergamasco, l’estremo difensore risulta uno spettatore non pagante. Nessun intervento di spessore e guantoni completamente puliti al triplice fischio.

Rudiger 6: un bilancio tra la prima frazione di gioco e la seconda. Nel primo tempo, da terzino, il tedesco soffre facendosi saltare nell’azione dell’1-0. Nella ripresa, da centrale, sfodera il fisico e il senso della posizione che lo hanno sempre contraddistinto con scivolate puntuali e anticipi precisi.

Fazio 6: gara abbastanza tranquilla per il leader giallorosso che soffre poco Petagna e compagni. Le palle alte sono tutte le sue e nelle ripartenze è importantissimo il suo apporto palla al piede. Sfortunato in due colpi di testa nell’area avversaria.

Manolas 6: il difensore greco disputa solamente un tempo con qualche difficoltà di troppo nel tenere la marcatura su Petagna. Per il resto è ordinato e puntuale. Nella ripresa viene lasciato negli spogliatoi per dar spazio a Bruno Peres e poter permettere alla Roma di essere più aggressiva in avanti per recuperare lo svantaggio. (dal 46’ Bruno Peres 5.5: il suo apporto a gara in corso è evanescente. Si fa spesso aggirare da Cabezas che gli sfila dietro le spalle).

Mario Rui 5.5: spaesato e in continua ricerca di una posizione. In avanti si spinge poco regalando cross di dubbia precisione. In difesa si perde Kurtic che sigla il vantaggio per gli ospiti. Ha ancora bisogno di tempo per entrare negli schemi di Spalletti.

Strootman 5.5: non una giornata positiva per l’olandese che soffre moltissimo nel primo tempo sbagliando passaggi banali e semplici. Cresce con il passare dei minuti regalando più densità al centrocampo a 4, ma il piede non è caldo come in passato.

Nainggolan 6: anche lui si perde nei primi 45 minuti alla ricerca di una posizione sempre più difficile da trovare. Spalletti si fa sentire negli spogliatoi e torna in campo da vero guerriero. Una traversa gli nega la gioia del 2-1 con un potente tiro che colpisce il montante. Le altre conclusioni sono tutte ribattute, ma il vero aiuto lo ha dato al centrocampo con una grinta che è cresciuta con il passare dei minuti.

De Rossi 6: il nazionale azzurro, soffre nei primi 45 minuti come tutti i giallorossi, il pressing e l’offensiva atalantina. Nella ripresa aumenta la sua qualità con ottimi interventi, coperture e ripartenze che permettono alla Roma di trovare il pari. Viene sostituito da El Shaarawy per poter trovare la rete del 2-1. (dal 77’ El Shaarawy: Sv.)

Salah 5.5: evanescente per tutto il primo tempo condito da stop sbagliati e passaggi mai precisi. Nella seconda frazione di gioco acquista coraggio ed inizia a puntare l’uomo. Purtroppo la difesa dell’Atalanta concede poco e il raddoppio su di lui viene particolarmente sofferto.

Dzeko 6: timbra nuovamente il cartellino l’attaccante bosniaco che si tiene stretta la prima posizione in classifica marcatori. Rete che regala speranza ai tifosi romanisti. Come sempre lavora per la squadra sbagliando anche occasioni piuttosto semplici.

Perotti 5: l’argentino sembra non essere in un ottimo stato di forma. Il laterale resta macchinoso e lento per tutti i minuti disputati non dando un vero apporto alla manovra. In fase di spinta non riesce mai a saltare il suo dirimpettaio così da non regalare mai la superiorità numerica. (dall’86’ Totti: Sv.)

Spalletti 5: la classica Roma che scende in campo senza motivazione e rabbia sottovalutando un avversario ostico e roccioso. Poche le vere occasioni create dalla sua squadra e la maggior parte al ritorno degli spogliatoi. Un primo tempo regalato e un pareggio che allontana definitivamente la Juventus. Ora il vero problema è il Napoli di Sarri che questa sera ha la possibilità di ridurre il gap dal secondo posto.