Si avvicina Roma-Chievo: Peres e Schick richiamano alla concentrazione

La Roma, dopo il pesante ko di Liverpool, torna con la testa al campionato: in Serie A non si possono commettere passi falsi per non pregiudicare la qualificazione alla prossima Champions League. La Lazio e l’Inter non sembrano intenzionate a mollare un solo punto e il Chievo rappresenta un avversario insidioso in questo periodo della stagione. Da un lato troviamo un Maran che ha un estremo bisogno di smuovere la classifica per non essere risucchiato nel vortice salvezza, mentre i giallorossi devono continuare a vincere per accedere alla massima competizione europea. I nerazzuri, diretti concorrenti, saranno impegnati nella difficilissima sfida contro la Juventus e questo rasserena gli animi di tutti i tifosi della capitale.

Stadio Olimpico Roma - Fonte: Danilo Rossetti Kolarov
Stadio Olimpico – Fonte: Danilo Rossetti

PERES E SCHICK SCUOTONO LA ROMA: “SERVE CONCENTRAZIONE”

La Roma si sta preparando per l’insidioso match di sabato contro il Chievo, ospite all’Olimpico. Di Francesco non potrà permettersi un altro passo falso ed è chiamato a tenere alta la concentrazione per non mancare la qualificazione alla prossima Champions League. L’Inter, diretta concorrente, affronterà a San Siro una Juventus ferita ed impaurita dall’avvicinamento del Napoli ed Allegri non renderà la vita facile a Spalletti che dovrà sfoderare una prestazione super. L’occasione è ghiotta e i giallorossi allungherebbero proprio sui rivali, sperando anche in un passo falso della Lazio. L’unica incognita? La rosa potrebbe pensare già al ritorno contro il Liverpool ed avere la testa occupata da pensieri non idonei alla partita.

Oltre al tecnico, anche Schick e Peres provano a svegliare il gruppo per non cadere in distrazioni inutili e poco produttive. Il terzino brasiliano, grazie al suo salvataggio contro lo Shakhtar, ha permesso alla Roma di arrivare ad una storica semifinale che mancava da più di trent’anni nella capitale. Ecco le parole rilasciate ai microfoni di SkySport24:Il Chievo? Tutto dipende da come prepari la partita. Prepararla contro le squadre piccole è difficile per l’aspetto mentale, ma dobbiamo essere intelligenti, non possiamo mollare nulla e dobbiamo pensare a noi stessi. Se le vinciamo tutte non dobbiamo guardare alla Lazio, all’Inter o al Milan. Siamo forti e ce la facciamo. Titolare sabato? Non lo so, lo devi chiedere al mister, io sono a disposizione“. Semplice e diretto Bruno Peres che non nasconde un calo d’attenzione in vista di un match fin troppo importante come quello di Champions. Serve il giusto approccio alla gara per non correre il rischio contro una formazione che potrebbe rivelarsi più ostica di quanto sia sulla carta.

L’atteggiamento giusto potrebbe essere quello visto contro la Spal dove i giallorossi non hanno sofferto e hanno sfruttato al massimo tutte le occasioni avute a disposizione. Proprio a Ferrara si è sbloccato Schick che ha fatto esplodere tutti i tifosi che lo hanno sempre sostenuto. Ora ci si aspetta un contributo maggiore in campo, ma la testa sembra essere già sui giusti binari come ci dimostrano le sue parole a RomaTv: “Roma-Chievo? Prima del ritorno contro il Liverpool giocheremo contro i clivensi e non sarà facile. Sappiamo che vogliamo giocare in Europa anche il prossimo anno e dobbiamo restare concentrati per preparare al meglio la partita”.

Il messaggio resta semplice: tutti concentrati e pronti a lottare per raggiungere l’obiettivo stagionale in campionato. Dopo il Chievo si potrà pensare ad un’ipotetica remuntada contro il Liverpool.