Roma-Fiorentina, la sfida degli incompiuti

A decidere la sfida tra Roma e Fiorentina all’andata é bastato un goal di Badelj. A distanza di un girone le situazioni in classifica non sono praticamente cambiate per le due squadre.

Stadio Olimpico - Fonte: Danilo Rossetti
Stadio Olimpico – Fonte: Danilo Rossetti

La Roma eterna incompiuta a metà tra l’essere realmente l’antijuve e le sue crisi di gioco e risultati che ogni tanto colpiscono la formazione capitolina, ancora senza Salah in procinto di rientrare dalla spedizione in Coppa d’Africa e Florenzi ancora in recupero dal terribile infortunio in cui si era imbattuto, i giallorossi proveranno a tenere a distanza le eventuali inseguitrici e a controsorpassare il Napoli  che con un match in piú si é portato un punto sopra i giallorossi nel weekend; la Fiorentina invece dopo una partenza al rallentatore sembra aver trovato le giuste quadrature,inoltre l’ambiente pare aver ricavato grandi motivazioni dopo la mancata partenza di Kalinic in direzione Cina. Il croato però non sarà della partita e allora toccherà ancora una volta al ghanese Babacar non far rimpiangere la sua assenza insieme alla sorpresa Chiesa e al riconfermato Bernardeschi, alla ricerca di punti per proseguire la rincorsa ad una postazione in Europa che ora dista cinque punti. Partita fondamentale per entrambi i tecnici più volte visti lontani dalle loro attuali panchine, Spalletti dubbioso sulla reali intenzioni del progetto Usa, mentre Sousa alla ricerca di una società che creda fino in fondo nelle sue potenzialità dandogli pieno potere.