Roma-Inter 2-1, le pagelle neroazzurre: Banega brilla, Jovetic sprofonda

Termina con una sconfitta, la seconda di fila, il match contro la Roma per l’Inter.

Banega (fonte:www.Inter.It)
Banega (fonte:www.Inter.It)

In tanti fanno un passo indietro, brillano solo Handanovic e Banega, autore del primo gol in neroazzurro.

Handanovic 7: sui gol non ha colpe e offre buone parate per tutto il match, anche oggi non sbaglia e salva sempre i suoi, sul finale offre anche una delle sue migliori parate in assoluto.

Ansaldi 6: rientra dopo l’infortunio, De Boer lo rischia dopo il buon esordio europeo, non riesce a fare tutto quello che dovrebbe ma nel complesso gioca una partita sufficiente.  (62’ Nagatomo 5)

Miranda 5,5: oggi balla e contiene poco gli attaccanti della Roma, fatica a chiudere gli spazi e si fa sorprendere, anche lui è sotto la sufficienza.

Murillo 5: male anche il colombiano che, come il compagno di reparto, soffre spazi e discese veloci degli avversari, insufficiente anche lui.

Santon 5,5:  ancora una volta il terzino risulta in difficoltà, soffre e si dimostra ancora non all’altezza.

Joao Mario 5,5: non è al meglio e si vede, fatica a imporre il suo gioco e spesso si fa superare, è un altro rispetto alle partite passate ed esce per precauzione. (60’ Gnoukouri 5)

Medel 5,5: il cileno fatica a centrocampo, e si trova spesso in difficoltà, non va.

Candreva 5,5: anche lui non è apparso al meglio, qualche buon cross ma poco incisivo, davanti manca la cattiveria necessaria ad incidere e la sua risulta una partita non sufficiente. (70’ Jovetic 4,5)

Banega 6,5: uno dei pochi positivi di oggi, arriva anche il primo gol all’Inter e nel complesso resta il più pericoloso, soprattutto in fase offensiva.

Peresic 5: il croato non c’è, sbaglia gol facili e non incide, ingarbugliato nella difesa della Roma, si perde in giocate eccessive e non produce, sottotono.

Icardi 5: oggi resta a secco, tocca pochi palloni e manca l’intesa con i compagni di reparto, non riesce ad incidere e la squadra ne risente, anche lui rimandato.

De Boer 5: brutta gestione dei cambi e preparazione non al meglio, oggi non ha saputo incidere e si porta a casa le sue colpe; ora deve sfruttare al meglio le  due settimane di tempo per lavorare al meglio.