Serie A, 7° turno: Meggiorini e Inglese lanciano il Chievo, è 2-0 al Pescara

Nell’anticipo delle 18 della settima giornata di Serie A il Chievo Verona di Rolando Maran supera per 2-0 il Pescara di Massimo Oddo grazie a due reti messe a segno nella ripresa da Riccardo Meggiorini e dall’ex biancoazzurro Roberto Inglese, lanciando così momentaneamente la formazione clivense al terzo posto solitario in classifica.

Valter Birsa contrasta Gary Medel (fonte: www.inter.it)
Valter Birsa contrasta Gary Medel (fonte: www.inter.it)

PRIMO TEMPO – Novità da ambo le parti nelle formazioni iniziali con Oddo che per sostituire lo squalificato Zampano sceglie Crescenzi, mentre in avanti c’è Rey Manaj come centravanti supportato da Benali e Caprari, in panchina Cristante con Verre che arretra nel ruolo di mezz’ala. Nel Chievo Verona Maran opta per Floro Flores in attacco al posto di Meggiorini, mentre Hetemaj torna titolare in luogo di Nicola Rigoni in mezzo al campo. Al centro della difesa Nicolas Spolli sostituisce capitan Cesar. Partita divertente e vivace già dopo pochi minuti, contrariamente alle attese della vigilia, con gli ospiti vicini al goal in almeno tre circostanze nel primo quarto d’ora. Sono infatti due colpi di testa da palla inattiva di Spolli a far tremare inizialmente l’Adriatico, poi Castro sciupa malamente un bel contropiede calciando docilmente fra le braccia dell’ex Albano Bizzarri. Il Pescara dopo un avvio shock pieno di errori in serie e diverse incertezze si scuote e risponde così all’offensiva clivense, ma il potente destro di Manaj viene deviato da Sorrentino in corner al minuto 20, mentre cinque minuti dopo è Memushaj a provarci con un destro a giro che sibila il palo della porta ospite. Al 36° torna a farsi vedere il Chievo con Birsa che recupera palla e suggerisce subito in verticale per Inglese, il cui sinistro termina sull’esterno della rete.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con un Pescara maggiormente volitivo, molto più attento e concentrato rispetto alla prima frazione di gioco. Il Chievo resta comunque ordinato come sua consuetudine, costringendo la formazione di casa a provarci soprattutto da fuori area, ma senza fortuna (alti i tiri di Brugman e Crescenzi). Maran prova comunque a cambiare qualcosa nella sua squadra e dopo un quarto d’ora inserisce Meggiorini per uno spento Floro Flores. Nel Pescara, invece, Oddo è costretto a togliere Manaj per un problema alla caviglia inserendo al suo posto Mitrita. Caprari così va a fare la finta punta, nel frattempo Oddo inserisce anche Cristante per Benali, ma è il cambio operato da Maran a dare i suoi frutti al minuto 75: Hetemaj recupera palla su Memushaj e serve Castro, sfera a Birsa e gran lancio in verticale dello sloveno per Meggiorini che si presenta tutto solo davanti a Bizzarri, lo aggira e deposita in rete per l’1-0. Primo goal stagionale in Serie A per l’attaccante clivense, freddo e glaciale sotto porta. Nel finale Oddo le prova tutte per cercare almeno il pareggio, inserendo anche il croato Robert Muric (all’esordio assoluto in Serie A), ma è il Chievo (mai domo in fase di pressing e di non possesso) a colpire al minuto 85: Meggiorini recupera un gran pallone e serve Castro che lancia in contropiede l’ex Roberto Inglese, bravo nel punire Bizzarri con un preciso rasoterra per il definitivo 2-0. Prima rete stagionale in Serie A anche per il numero 45, che non segnava in campionato dal match con l’Udinese dello scorso novembre. Il Chievo sale così a quota 13 punti in classifica, occupando momentaneamente la terza piazza grazie all’ottimo lavoro di Rolando Maran e dei suoi ragazzi . Il Pescara resta invece a 6 punti, ancora a secco di vittorie sul campo (col Sassuolo il successo è arrivato per decisione del Giudice Sportivo) con tanti dubbi in più nella testa di Massimo Oddo.

Il tabellino della sfida:

Pescara-Chievo Verona 0-2 (75′ Meggiorini, 85′ Inglese)

Pescara (4-3-2-1): Bizzarri 6; Crescenzi 5.5, Campagnaro 5, Fornasier 6, Biraghi 5, Verre 5, Brugman 6.5 (dall’82’ Muric s.v.), Memushaj 5.5; Benali 6 (dal 74′ Cristante s.v.), Caprari 5; Manaj 6.5 (dal 68′ Mitrita 5.5).  Allenatore: Massimo Oddo 5.5.

Chievo Verona (4-3-1-2): Sorrentino 6; N.Frey 5.5, Dainelli 6.5, Spolli 6, Gobbi 6; Castro 6.5, Radovanovic 6, Hetemaj 6; Birsa 6.5 (dall’80’ N.Rigoni s.v.); Inglese 6 (dal 90′ Parigini s.v.), Floro Flores 5 (dal 60′ Meggiorini 7). Allenatore Rolando Maran 7.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.