Serie A, i cambi salvano il Napoli: a Pescara termina 2-2

Inizia benissimo il campionato del Pescara che riesce a strappare un punto al Napoli fra le mura amiche. Gli uomini di Oddo a sorpresa dominano nel primo tempo, riuscendo ad imbrigliare alla perfezione un Napoli spento e senza punti di riferimento. A salvare gli azzurri sono soltanto i cambi di Sarri che, con l’inserimento di Mertens e Milik, cambia volto alla partita evitando una sconfitta già alla prima giornata.

Dries Mertens (Fonte: foto-calcio-napoli.it Danilo Rossetti)
Dries Mertens (Fonte: foto-calcio-napoli.it Danilo Rossetti)

Inizio shock per il Napoli che in meno di 8 minuti si ritrova in svantaggio a causa della rete di Benali, bravo a bucare la difesa azzurra e a battere Reina a tu per tu. Il gol manda in tilt gli azzurri che sembrano totalmente stregati da un Pescara coraggioso che si affaccia spesso nell’area avversaria. Al 35′ la situazione sembra precipitare definitivamente: Zampano serve in area Caprari che in velocità beffa ancora una volta Reina con un destro al veleno.

Nella ripresa gli ingressi di Milik e Mertens inseriti al posto degli anonimi Gabbiadini ed Insigne, sembrano dare nuova vita ad un Napoli voglioso di rialzare la testa. È proprio il belga a riaprire i giochi al 60′, grazie ad un destro potentissimo che non lascia scampo  a Bizzarri. Soltanto tre minuti più tardi Mertens riesce ad agguantare il pareggio, questa volta appoggiando senza problemi la palla in rete sul cross preciso di Hysaj, favorito da un intervento grosso di un difensore avversario.

Il pari rivitalizza i partenopei che provano a tutti i costi a bucare la retroguardia di Oddo, oramai tutta chiusa nella propria area. L’occasione più ghiotta per la rimonta capita a soli dieci minuti dal triplice fischio sui piedi del nuovo acquisto Milik, bravo a saltare l’uomo e a lanciare un missile con il sinistro, deviato soltanto da un Bizzarri molto reattivo.

A Pescara però la partita termina 2-2, un risultato più che positivo per i padroni di casa, autori incredibilmente di una prestazione più che buona. Avrà molto da pensare invece Sarri, che dovrà saper infondere ai suoi ragazzi la giusta mentalità per affrontare al meglio la nuova stagione.