Serie B, Trapani-Pro Vercelli 1-1: Coronado risponde a Vajushi

Termina in parità la sfida del “Provinciale” tra Trapani e Pro Vercelli, incontro valido per la seconda giornata della Serie B 2016-17. In Sicilia termina 1-1 grazie alle reti di Vajushi e Coronado: un punto l’uno per le due squadre che ancora non trovano il primo trionfo in stagione.

Fonte: Giovanni Mazzola
Fonte: Giovanni Mazzola

Alla prima casalinga Cosmi riparte dal 3-4-1-2 con Coronado alle spalle della coppia d’attacco Ferretti-De Cenco, con Citro in panchina visto lo stato di forma tutt’altro che ottimale. Moreno Longo, invece, risponde con un 4-3-3 con il giovane Morra punta centrale, supportato ai fianchi da Mustacchio e Vajushi.

Proprio il numero 32 della Pro Vercelli sblocca il risultato dopo 10 minuti di gioco: cross di Germano dalla destra, Guerrieri esce a vuoto e Vajushi può andare a segno con un facile colpo di testa. Un vantaggio meritato per i piemontesi che nel primo quarto d’ora dell’incontro giocano meglio contro un Trapani contratto. Con il passare dei minuti cresce il Trapani che ha la migliore occasione al 35° minuto con De Cenco, ma il brasiliano non trova la deviazione vincente sul cross di Barillà.

È un crescendo granata tra il finale di tempo e l’inizio della ripresa, culminato con il gol del pari al 54° minuto: corner di Nizzetto, Provedel allontana coi pugni sui piedi di Coronado che con un piatto al volo insacca. Esplode il Provinciale per il gran gol del brasiliano che carica il Trapani. Non trova la reazione la Pro Vercelli, mentre la squadra di Cosmi prova a spingere a caccia del gol vittoria. Ci provano Citro, Coronado e De Cenco ma il muro vercellese regge e dopo 5 minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Finisce 1-1 al Provinciale, con le due squadre che salgono a quota 2 punti in classifica. Un pareggio con l’amaro in bocca per il Trapani, squadra che con il passare dei minuti ha alzato il ritmo e che ha provato a vincere l’incontro dopo il gol del pari. Per Cosmi segnali positivi, mentre Longo dovrà lavorare sulla tenuta dei suoi visto che nella ripresa la manovra della Pro è diventata confusionaria e con poca benzina sulle gambe.