Serie A, Higuain abbatte il Napoli: 2-1 per la Juve

Nel big match di questa giornata la Juventus batte per 2-1 il Napoli e consolida sempre di più il primo posto. Dopo due vittorie consecutive gli azzurri capitolano allo stadio sotto i colpi di Bonucci e dell’ex Higuain; a nulla basta il momentaneo pareggio di Callejon ad inizio ripresa.

Juventus
Juventus Stadium
Fonte: Alfonso Maiorino

Primo tempo senza gol ma davvero ricco di emozioni: Juventus e Napoli si affrontano senza paura, dando vita ad una gara divertente e ricca di capovolgimenti di fronte. Il tridente d’emergenza partenopeo prova a mettere in difficoltà la difesa bianconera sfruttando la grande velocità dei tre interpreti, ma la ferrata BBC regge bene i colpi e permette alla squadra di Allegri di ripartire e creare grosse occasioni.

Il Napoli prova a spaventare l’avversario con i tentativi del sempre pericoloso Callejon, bravo in diagonale a rubare il tempo agli avversari. Al 37′ però l’infortunio di Chiellini costringe la Juve a rimescolare le carte: fuori il difensori, Allegri è costretto a schierare un 4-3-3 con l’ingresso di Cuadrado.

Il nuovo modulo favorisce i bianconeri che al 50′ passano in vantaggio grazie alla rete di Bonucci, bravo a raccogliere e deviare in rete una goffa svirgolata di Ghoulam. Il Napoli però trova immediatamente la giusta reazione ed appena quattro minuti dopo riporta il risultato in parità grazie al solito diagonale di Callejon che su assist di Insigne sigla la sua settima rete in campionato.

Anche dopo il gol subito però la Juventus riesce a gestire agilmente la partita, abbassando i ritmi e costringendo il Napoli a faticare molto per trovare occasioni buone per attaccare. È in questa situazione che i bianconeri si riportano nuovamente in vantaggio, questa volta grazie ad una prodezza di Higuain che al 70′ buca la porta di Reina con un cinico sinistro.

Nel finale di partita gli azzurri provano in tutti i modi a riportarsi sul pareggio ma senza grandi risultati: allo Stadium è ancora una volta la Juve ad averla vinta, non senza però faticare contro un Napoli in piena emergenza in attacco.