Udinese-Lazio 0-3: Immobile e Keita mandano in crisi i friulani

E’ una Lazio spumeggiante quella che espugna la Dacia Arena di Udine grazie alla doppietta di Immobile ed alla rete di un ritrovato Keita portando così a casa la seconda vittoria consecutiva dopo i tre punti ottenuti lo scorso turno contro l’Empoli.

Felipe Anderson (Fonte: inter.it)
Felipe Anderson (Fonte: inter.it)

Crisi nera invece per l’Udinese che nelle ultime quattro uscite ha racimolato appena un punto ed è costretta a fare i conti non solo con la classifica ma anche con la contestazione del pubblico della Dacia Arena che abbonda gli spalti ben prima del fischio finale chiedendo alla proprietà di puntare meno su giocatori stranieri e più su quelli nostrani. Entrambe le formazioni si presentano in campo con qualche novità rispetto alla giornata precedente. L’Udinese schiera in mediana Badu e in avanti alla coppia Zapata-Perica. La Lazio abbandona il 3-4-1-2 ed adotta un 4-1-4-1 che sembra più consono alle caratteristiche dei biancocelesti. In difesa si vedono Hoedt, Patri e Lukaku mentre Felipe Anderson e Keita vengono schierati nel loro ruolo naturale e dunque alle spalle di Immobile. Sono i padroni di casa a regalare la prima emozione con un colpo di testa di Zapata che finisce però alto sopra la traversa. Ma è un fuoco di paglia. La Lazio infatti cresce rapidamente e prende facilmente in mano le redini del gioco. Il fraseggio dei biancocelesti mette in difficoltà la squadra di Iachini e le occasioni fioccano. Prima è Felipe Anderson a non trovare il varco giusto su imbeccata di Lulic. Poi è Keita a cercare una conclusione pericolosa che viene deviata in angolo. E’ il preambolo del gol. Al 28′, dalla bandierina, Felipe Anderson pesca Milinkovic-Savic bravo ad appoggiare di testa sul secondo palo per Immobile. L’ex Toro è implacabile e sblocca l’incontro trovando anche il suo terzo gol in campionato. L’Udinese, nonostante una conclusione di poco a lato di De Paul, impalpabile e fischiatissimo al momento della sostituzione, non sembra in grado di reagire. Ed infatti la ripresa si trasforma in una sorta di monologo laziale. Al 9′ Felipe Anderson serve a Keita un bel pallone in profondità che il senegalese capitalizza con incredibile freddezza. Altri sette minuti ed Immobile chiude definitivamente i conti con un tiro a giro rasoterra da sinistra verso destra. La partita è in ghiaccio ma l’Udinese, incassato il passivo, tenta una reazione d’orgoglio. Ma nonostante qualche bella parata di Strakosha sono ancora i biancocelesti ad avere l’occasione migliore con una bella azione in velocità che si chiude con la traversa colpita da Lombardi. Al fischio finale la Lazio è in estasi.