Euro Under 19: 1-1 per l’Italia, raggiunta nel finale. Si vola in semifinale e a Corea 2017

L’Italia Under 19 pareggia, ancora per 1-1, anche con il Portogallo e si qualifica per la semifinale di giovedì di UEFA Euro Under 19.
Gli azzurri, passati in vantaggio dopo 16’, in virtù di un calcio di rigore trasformato dall’empolese DImarco, hanno giocato un buonissimo primo tempo, ribattendo colpo su colpo alle iniziative offensive lusitane.
Al 27′ l’ ottimo empolese Picchi impegnava Pedro Silva con un tiro da fuori. La risposta della formazione in maglia rossa è innescata da Ricardo Ribeiro, che smarcato in area vede la porta chiudersi grazie alla risposta del sempre presente Meret (eletto dall’UEFA come uno dei migliori 5 giocatori della fase a gironi).

Nazionale Italia
©Federazione Italiana Giuoco Calcio
Fonte: en.wikipedia ‘

Gli azzurrini preferiscono provare con tiri dalla distanza, anche perchè in area spesso e volentieri la manovra azzurra è arginata dalla presenza di un Favilli che non riesce mai a arrivare al tiro.
E’ Barella al 40′ a scaldare nuovamente i guantoni di Silva.
Nella ripresa meglio gli uomini di Peixe.
Al 58’, sugli sviluppi di un corner battuto da Rodrigues, Alexandre Silva si è visto respingere la conclusione dall’ottimo Meret, che ha confermato in queste tre gare del girone di meritare quanto di buono si dice da diversi mesi sul suo conto.
Meno di dieci minuti dopo altro pericolo nato da un corner: questa volta con il capitano e difensore Dias, che da centro area alza sopra la traversa.
L’Italia sembra reggere ed essere pronta a conquistare la prima piazza del girone, difendendosi con ordine.
Verso la mezz’ora l’attivissimo Pedro Rodrigues impegna l’estremo difensore azzurro, che devia in corner il suo tentativo dalla distanza.
Poi il gol-beffa, a 4’ dal novantesimo. Lo sigla Buta, terzino adattato ad ala destra in Nazionale, uno dei tanti ragazzi in forza alla formazione B del Benfica.
Ancora un corner a far nascere la palla-gol per Selecao dal Quinas: cross di Rodrigues, spizzata di Ferreira e deviazione da buona posizione di Buta.
Un’Italia in versione catenaccio, come con la Germania, quella vista a Stoccarda. Decisivi i miracoli di Meret e l’organizzazione difensiva, che ha permesso di non rendere un problema una condizione fisica tutto fuorchè ottimale.
Eppure l’Italia ha già centrato un gran traguardo: andare al Mondiali di Corea 2017 e giocarsi la vittoria dell’Euro.
Non accadeva dal lontano 2008, quando in squadra giocavano Stefano Okaka e Giacomo Bonaventura. Non poco, se si considera che l’Euro U19 si disputa ogni singolo anno.
Finisce così in parità, con l’Italia che affronterà l’Inghilterra  nella prossima gara.
Avversario tosto, ma forse meno esperto di una Francia piena zeppa di calciatori che hanno già avuto l’opportunità di giocare in prima squadra.
Giovedì, nel non proprio consono orario delle 12, gli azzurri si giocheranno la finale. E pazienza se Arrigo Sacchi non apprezzerà il catenaccio di Vanoli.
Perché ,spesso, il fine può giustificare i mezzi.

ITALIA-PORTOGALLO 1-1
MARCATORI 15’ Dimarco (R); 86’ Buta
ITALIA Meret, Vitturini, Romagna (C), Coppolaro, Dimarco, Ghiglione (71’ Cassata), Pontisso (74’ Pezzella), Barella, Picchi, Favilli, Panico (61’ Minelli). (Zaccagno, Locatelli, Edera, Cutrone). All. Vanoli
PORTOGALLO Silva, Dalot, Ferreira, Dias (C), Ribeiro, Rodrigues P., Delgado (63’ Pacheco), Carvalho, Goncalves, Xadas (40’ Buta), Ribeiro (46’ Silva A.). A disp. Costa, Empis, Rodrigues G. All. Peixe
ARBITRO Petrescu (ROU)
NOTE Ammoniti. 14’ Dias; 52’ Favilli; 54’ Delgado Spettatori. 5270

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *