Empoli, Corsi conferma: “Zielinski? Su di lui Roma e Napoli”

L’Empoli ha conquistato la quarta vittoria consecutiva in campionato, consolidando la settima posizione a pari punti con il Sassuolo.

Stadio Empoli Fonte: Simone Gamberini
Stadio Empoli Fonte: Simone Gamberini

Gli uomini di Giampaolo sembrano aver trovato il giusto equilibrio e, sulle ali dell’entusiasmo, sono pronti a dare battaglia su ogni campo. La prossima sfida sarà delicatissima, una prova di maturità: in Toscana arriverà la capolista Inter che vuole archiviare il ko contro la Lazio.

Rimane vivo anche il mercato per l’Empoli che ha messo in mostra molti talenti. Il presidente Corsi, intervenuto alla trasmissione radiofonica Radio Crc, ha confermato l’interessamento di Napoli e Roma per il centrocampista Zielinski. Il polacco è atterrato in Italia nel 2012 vestendo la maglia dell’Udinese. In due anni, con i bianconeri, solo 19 presenze e nessuna rete. Nel 2014, i toscani, decidono di prenderlo in prestito per dare più spazio al classe ’94. La situazione migliora nettamente con 35 presenze e una realizzazione all’attivo. Ecco le parole del patron sul futuro del centrocampista: “Per quanto riguarda Zielinski eravamo disposti a darlo via a gennaio, è arrivato una offerta dal Napoli e dalla Roma, ma non credo che il giocatore partirà ora, forse a giugno, perché non vogliamo privarci di giocatori utili a salvarci. Tonelli? Il pilastro della nostra difesa e non è sul mercato a gennaio, già siamo preoccupati di come sostituirlo a giugno, ora pensiamo solo a fare punti. Barba è un titolare e ci dà delle risposte importanti, non sapremo come sostituirlo se andasse via a gennaio“.

Poi una piccola parentesi sull’ottimo andamento in campionato: “Non mi faccio incantare dalla classifica, perché i successi inaspettati possono portarci fuori strada, si gioisce per le vittorie ma c’è bisogno di equilibrio. Oggi si riparte, la squadra sta mangiando insieme e riprendono gli allenamenti. Il nostro allenatore è molto intelligente, ha colto i vantaggi lasciati da Sarri. Abbiamo una squadra giovane e se lasciamo i giocatori in pace possono crescere e migliorare. L’Empoli deve essere attento al bilancio, deve coprire le spese. Se ci fosse un presidente diverso si potrebbero fare contratti più onerosi, ma purtroppo al momento possiamo trattenere i giocatori per un anno o due al massimo“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *