Inter, Fassone fa il punto sul mercato nerazzurro: “Dovremo sacrificare qualcuno”

L’Inter è sempre più attiva sul mercato. Così, in collegamento da Pinzolo, attraverso le telecamere di Sky, ha parlato il dg nerazzurro Marco Fassone, pronunciandosi sulle principali operazioni in entrata e in uscita.

Fonte immagine: inter.it
Fonte immagine: inter.it
Tutto chiuso per M’Vila. Finalmente…
”La prudenza non è mai troppa. E’ stata una trattativa complicata, ma abbiamo raggiunto l’accordo totale con tutte le parti in causa e ora mancano pochi dettagli per poter ufficializzare l’acquisto. Le strategie sono condivise al 100% da tutti, compreso Mazzarri. Non era certamente lui a rappresentare un ostacolo nel momento delle difficoltà”.

Per Medel com’è la situazione?
”La situazione è in evoluzione come scrivete ormai da tanti giorni. Spero che il tutto si concretizzi presto, anche se magari non succederà in tempi brevissimi. Speriamo nell’accordo col Cardiff, il giocatore ci piace”.

Rolando tornerà in nerazzurro?
”Ausilio sta lavorando, vediamo come evolve la situazione”.

Jovetic è un obiettivo? Che peso date al montenegrino?
”Diamo il peso giusto. Il mercato è lungo, ci sono tante piste e non mi sbilancerei nel dare percentuali. Confermo le parole di Ausilio”.

Come è quest’Inter che si sta assemblando a Pinzolo? Che impressione ha Thohir?
”Thohir sente questa come la sua prima versa stagione, ci segue quotidianamente con passione e colgo l’occasione per fargli gli auguri per un intervento che ha avuto suo papà. Ha fatto esperienza, fa sentire la sua passione”.

E Mazzarri come sta vivendo il ritiro?
”Vedo il mister sereno. Ha sposato in pieno il progetto della società, consapevole di tutti gli aspetti. Sta lavorando con la sua consueta grinta e professionalità”.

Capitolo Ranocchia: manca tanto al rinnovo?
”Lui è contento, è soddisfatto. Felice anche per i colloqui avuti con società e tecnico. Speriamo non siano tempi lunghi”.

Mercato in uscita: chi può dire addio? Alvarez, Guarin, Taider…
”Sono tutti dell’Inter e, finché lo saranno, daranno il loro apporto. Ausilio è molto attivo anche su questo fronte e dovremo sacrificare qualcuno anche in considerazione del FFP”.

Che Inter sta nascendo? Obiettivi?
”Io sono ancora giovane di Inter, questo è il mio terzo anno, ma siamo consapevoli che un ciclo straordinario si è esaurito e bisogna ricostruirne uno nuovo. Mi auguro che ci sia un’Inter diversa, ma altrettanto appassionante e in linea con il blasone del club. Abbiamo riconquistato l’Europa e vogliamo rimanerci. Lo scorso anno non ci siamo divertiti a giocare solo in Italia, e penso lo stesso i tifosi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy