Sassuolo, Foschi blocca Sensi: “A Cesena fino a fine stagione”

Il Sassuolo, dopo l’ottima vittoria in casa dell’Inter, vuole puntare al quinto posto occupato dalla Roma.

Eusebio Di Francesco (Fonte immagine: Roberto Vicario da Wikipedia)
Eusebio Di Francesco (Fonte immagine: Roberto Vicario da Wikipedia)

La società emiliana non sembra aver paura dell’altezza e blinda il sesto posto, avendo da recuperare ancora il match con il Torino rimandato per nebbia.

Di Francesco non vuole mollare e chiede qualche rinforzo per affrontare l’intero girone di ritorno a alti livelli. La squadra a dimostrato, più di una volta, di essere in palla, ma il sacrificio e l’umiltà restano le parole d’ordine. Nelle ultime ore si stava parlando insistentemente del trasferimento di Sensi dal Cesena al Sassuolo. Il ragazzo, classe ’95, si è messo in mostra con la maglia bianconera disputando un ottimo inizio di campionato in Serie B. Ha collezionato, nel torneo corrente, 18 presenze mettendo a segno 3 reti e 2 assist. Ottimi numeri che avrebbero convinto il tecnico neroverde a puntare su di lui per i restanti 6 mesi di A. Quando ormai sembrava tutto fatto è intervenuto Foschi, ds del Cesena che ha gelato la dirigenza del Sassuolo pronunciando queste parole riportate da Sportitalia: “Stiamo lavorando per Sensi. E’ un giocatore interessante, giovane. Siamo partiti bene ed è stato bravo Drago con questo ragazzo. Ora vediamo, resta con noi fino a giugno poi avrà un continuo a Sassuolo con prospettive importanti. Succi-Modena? Nessun’altra operazione. Domenica riprende il campionato, pensiamo al campionato. Col mercato aperto si fanno più danni che altro“.

Anche l’allenatore Drago ha chiesto di poter parlare con il ragazzo per convincerlo a restare e saggiarne le condizioni fisiche dopo l’infortunio. Ecco le sue parole a SkySport: “Sensi? Da un po’ non vedo il ragazzo, è infortunato, è a casa per questa forma influenzale che gli sta dando problemi da parecchio tempo, vorrei guardarlo in faccia per capire. Si parla tanto ma di concreto non so niente. Domenica? Abbiamo recuperato giocatori importanti che nell’ultimo periodo ci sono venuti a mancare, gente come Ciano, Mazzotta, lo stesso Djuric. Lavorando a pieno regime aumenta l’intensità di allenamenti e la concorrenza“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *