Argentina: il San Lorenzo chiude al secondo posto, Racing in Liguilla

I verdetti dell’ultima domenica di campionato argentino sono tutti nella zona alta della classifica dove si dovevano delineare ancora tutte le posizioni alle spalle del Boca Juniors e soprattutto chi accederà alla prossima Libertadores e chi dovrà farlo solo tramite la Liguilla.

San Lorenzo de Almagro - Autore: Parisa Fonte: Flickr.com
San Lorenzo de Almagro – Autore: Parisa
Fonte: Flickr.com

In seconda posizione chiude il San Lorenzo che con un successo in casa della delusione Atletico Rafaela si assicura la qualificazione diretta alla Libertadores e la partecipazione anche alla Supercoppa argentina. Al Nuevo Monumental decide una grande giocata individuale di Nico Blandi che lascia partire un destro violento dal limite dell’area e regala tre punti al Ciclon.

In contemporanea il Rosario Central vince contro un Boca Juniors infarcito di riserve e con la testa già alla prossima stagione. Dopo il sorprendente vantaggio xeneize firmato da Andres Chavez in mischia arriva nella ripresa la grande reazione della Canalla: l’ingresso di Delgado cambia la partita e a pareggiare i conti è proprio l’ex calciatore di Lione e Monterrey a pareggiare i conti. Poi nel finale il gol di Josè Luis Fernandez e quello rimpallato di Marcelo Larrondo sentenziano la partita e regalano il terzo posto al Rosario Central, qualificato alla Libertadores di diritto grazie al cammino in Copa Argentina.

A reti bianche invece la sfida tra Tigre e Racing, la più spettacolare sulla carta e la più nervosa sul campo. Un espulso per parte e nessun gol: l’Academia termina quarta e dovrà disputare la Liguilla Pre Libertadores mentre il Tigre si candida come favorita per la Liguilla Pre Sudamericana.

Nelle altre partite il Newell’s vince in casa del River per 2-0 e si qualifica alla Liguilla Pre Sudamericana dove probabilmente parteciperanno anche i Millionarios, nel caso in cui non dovessero vincere la Copa Sudamericana di quest’anno. Al Monumental decidono un gol di Maxi Rodriguez in contropiede su grande giocata del cugino Denis e un gol spettacolare al volo di Nacho Scocco che chiude la partita.

Nell’ultima gara della domenica polemico successo dell’Independiente contro il Velez che arriva nei minuti di recupero per mano di un calcio di rigore inesistente: Desabato intercetta chiaramente il pallone con la faccia sul cross di Benitez e ne è la chiara testimonianza il sangue che perde dal naso; non è dello stesso avviso l’arbitro che intravede un fallo di mano e permette al Ruso Rodriguez di segnare il rigore della vittoria. L’Independiente andrà in Liguilla Pre Libertadores mentre il Velez chiude in un deludentissimo 25esimo posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *