Copa Argentina: Boca Juniors e Rosario Central in finale

Si ferma il campionato, arriva la Copa Argentina, ma il copione è sempre lo stesso: Boca Juniors e Rosario Central dominano il panorama nazionale argentino e nella notte strappano un pass per la finale che corona una stagione tutta a macchie azul y oro.

Fonte: Egghead06  (Wikipedia)
Fonte: Egghead06 (Wikipedia)

Il primo acuto è quello del Boca Juniors, impegnato in una semifinale certamente più facile rispetto alle Canallas ma reduce da un momento in stagione in cui tante certezze stanno svanendo. Il Vasco Arruabarrena però non è il tipo da farsi intimorire dalle circostanze ed il suo Boca riflette l’animo del suo DT. Molto più calmi, organizzati e pazienti gli xeneizes rispetto al Lanus che invece gioca con troppa veemenza e poca lucidità senza ottenere alcun riscontro positivo. Il Boca Juniors passa in vantaggio su calcio di rigore dopo un fallo netto di Braghieri su Meli che permette a Lodeiro di battezzare il portiere del Granate Ibañez.

Poi il raddoppio porta la firma di Carlos Tevez, servito da un assist meraviglioso dello stesso Lodeiro; Carlitos non delude e il Boca vola in finale di Copa Argentina.

A braccetto così come in campionato ecco il Rosario Central che appena due ore dopo il calcio d’inizio della semifinale di San Juan si impone contro il Racing conquistando un traguardo storico. Già perché la Canalla un anno fa ha buttato la finale di Copa Argentina contro l’Huracan che allora militava in Primera B Nacional e che non aveva nemmeno la rosa titolare a completa disposizione. In campo il Rosario non gioca una delle sue migliori partite e rischia anche di passare sotto quando milito sbaglia sotto porta una palla gol non da Principe. Il bomber di giornata è, per l’ennesima volta, Marco Ruben, che di testa insacca un cross proveniente da sinistra e regala ancora una volta il gol vittoria alla squadra in un 2015 per lui assolutamente magico.

La prossima settimana il Boca dovrà vincere per forza in campionato contro il Tigre per evitare che le finali con il Rosario diventino due.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *