Copa Libertadores: 2-0 River al Guaranì, finale ad un passo

Nella notte più importante dell’anno il River Plate torna a fare il River Plate e batte per 2-0 il tenace Guaranì prenotandosi un biglietto in prima classe per la finale di Copa Libertadores.

Autore: Rogerio Tomaz Jr Fonte: Flickr.com
Autore: Rogerio Tomaz Jr
Fonte: Flickr.com

Il Monumental si dimostra una roccaforte (quasi) inespugnabile per i Millionarios che di fronte al proprio pubblico non ripetono gli errori del quarto di finale col Cruzeiro e tirano fuori dal cilindro un secondo tempo esemplare. Già, perché la prima frazione di gioco è assolutamente controllata dal Guaranì che imposta la partita a modo suo e riesce a spezzare le trame offensive di un River ancora in fase di rodaggio.

L’unico vero lampo del primo tempo Millionario è un colpo di testa ravvicinato di Lucho Gonzalez dove Aguilar è costretto al miracolo e sulla cui respinta Carlos Sanchez si divora il gol a porta vuota.

Nella ripresa cambia il volto della gara l’ingresso del Pity Martinez che ridisegna gli schemi offensivi del Millo e regala giocate di pregevole qualità calcistica. Il vantaggio però arriva sugli sviluppi di un corner quando Alario di schiena involontariamente serve il suo compagno Mercado che si ritrova a tu per tu con Aguilar e lo spiazza segnando il gol che cambia la storia di questa partita.

Il Guaranì non riesce più a mantenere la consueta compattezza difensiva e oltre a non creare sostanzialmente nulla per rimettere in piedi il discorso qualificazione, affonda su un contropiede lanciato da Kranevitter e concretizzato dal delizioso pallonetto di Mora che scavalca il poco attento Aguilar e finisce in rete chiudendo di fatto il match.

Poco da fare per i paraguayani che una volta passati in svantaggio non hanno saputo trovare le contromosse adatte per evitare di dover compiere un vero e proprio miracolo sportivo nella gara di ritorno della prossima settimana. Nel finale entra per l’ultimo quarto d’ora Fernando Fernandez, tra i migliori marcatori della squadra ma presenza assolutamente irrilevante nell’arrembaggio aurinegro.

Finisce con il trionfo del River Plate che adesso può sognare davvero il ritorno in finale di Copa Libertadores 19 anni dopo la vittoria contro l’America Calì: per la Banda di Gallardo l’importante sarà archiviare definitivamente il bruttissimo stop di campionato contro il Temperley e il primo tempo sottotono di stanotte e cercare di tenersi sui livelli di una ripresa assolutamente impeccabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy