Eredivisie: colpaccio del Psv contro l’Ajax. Il Feyenoord è primo

Si conclude l’ottava giornata di Eredivisie.

Fonte: nl.wikipedia
Fonte: nl.wikipedia

Nel big match tra Ajax e Psv vince la formazione di Eindhoven imponendosi all’Amsterdam Arena per 2-1. La capolista rallenta il passo e ora, gli uomini di Cocu, sono solo a due lunghezze dalla vetta. Il match parte fortissimo con un botta e risposta immediato. Al 7′ Pereiro porta vanti gli ospiti approfittando di una grave amnesia difensiva. La gioia dura pochissimo: 3 minuti ed è già pareggio. Poco dopo Younes supera Zoet e regala l’1-1. I due club continuano ad attaccare senza sosta, ma i reparti offensivi non riescono a colpire con la giusta cattiveria. Duplice fischio e tutti negli spogliatoi. Nella ripresa, la capolista, alza il ritmo costringendo il Psv a giocare in contropiede. Proprio grazie ad una ripartenza arriva la rete del 2-1 definitivo firmanta nuovamente da Pereiro. 3 punti che accorciano la classifica e Ajax che si divora tutto il vantaggio guadagnato fin ora sull’acerrima rivale.

Ne approfitta il Feyenoord che vince, a fatica, sul campo del fanalino di coda Graafschap. Anche qui, al triplice fischio, il tabellona segna il 2-1 per gli ospiti. Il club di Rotterdam parte male a causa di un’autorete di van Beek. I padroni di casa prendono coraggio e riescono a resistere per tutta la prima frazione di gioco. Nella ripresa, i biancorossi, alzano i ritmi e mettono sotto assedio l’area avversaria. Immediato è il pareggio targato Kramer dopo appena 5 minuti dal fischio di inizio del secondo tempo. Il Feyenoord fiuta la vittoria e continua a colpire come un martello pneumatico la difesa del Graafschap. Al 70′ Elia deposita la palla alle spalle dell’estremo difensore regalando il 2-1 definito e la testa della classifica condivisa a pari punti con l’Ajax.

Torna alla vittoria anche l’Heracles che dimostra di aver dimenticato la sonora sconfitta di Alkmaar. A farne le spese è l’Heerenveen che non riesce a trovare il giusto equilibro in campo. 2-0 al triplice fischio che permette ai padroni di casa di non perdere ulteriori lunghezze dalla vetta. Un goal per tempo è sufficiente per archiviare la pratica. Nei primi 45 minuti ci pensa Bel Hassani alla mezz’ora. Nella ripresa fa calare il sipario Weghorst a 10 dalla fine. Successo che porta l’Heracles ad un meritatissimo secondo posto in solitaria.

Gli altri risultati di Eredivisie: Az-Twente 3-1 (64′ e 73′ Janssen (A), 79′ Hupperts (A), 82′ Ziyech (T)), Vitesse-Groningen 5-0 (18′ Solanke, 61′ Diks, 65′ Qazaishvili, 87′ Nathan, 92′ Dauda), Excelsior-Utrecht 1-0 (74′ su rig. Stans), Roda-Cambuur 1-1 (30′ Ogbeche (C), 72′ van Hyfte (R)), Willem-Zwolle 0-1 (43′ Bouy), Nec-Den Haag 4-1 (1′ aut. Meijers (N), 21′ Wormgoor (D), 63′ e 79′ Santos (N), 76′ Limbombe (N)).

Classifica Eredivisie: Ajax 19, Feyenoord 19, Heracles 18, Psv 17, Zwolle 17, Vitesse 14, Nec 13, Roda 12, Az 11, Groningen 10, Utrecht 9, Excelsior 8, Heerenveen 7, Willem 6, Den Haag 6, Twente 6, Cambuur 4, Graafschap 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *