Eredivisie: Psv e Ajax non deludono. L’Az pensa al 3° posto

Si conclude la ventitreesima giornata di Eredivisie con molte sorprese in zona Europa League.

Fonte immagine: OleOle da Wikipedia
Fonte immagine: OleOle da Wikipedia

Pensiamo prima alla vetta: il Psv non si ferma e rifila un pesante 3-0 al Nec, in trasferta. La prima frazione di gioco, neanche a dirlo è a senso unico, con i padroni di casa che, per fermare gli avversari, rimediano immediatamente due ammonizioni. Al quarto d’ora de Jong non manca il bersaglio e sigla l’1-0. Gli ospiti non si limitano e continuano ad attaccare, ma senza incrementare il risultato al duplice fischio. Nella ripresa la musica non cambia e Locadia firma il raddoppio al 67′. Non pago continua a farsi notare il neo acquisto di gennaio, van Ginkel. Il centrocampista è l’autore del 3-0, al secondo centro in 2 gare. Ottimo score per lui. Tre punti conquistati e primato salvo per un’altra settimana ancora.

Non molla l’Ajax che si impone per 1-2 sul campo del Groningen. Primi 45 minuti veramente noiosi con la formazione di de Boer sottotono e poco ispirata. Meglio i padroni di casa, che sfiorano in un paio di occasioni la rete del vantaggio. Al ritorno in campo, i lancieri entrano trasformati, l’allenatore deve essersi fatto sentire. All’ora di gioco a sbloccare un match arduo è il talento di El-Ghazi che fa lievitare ulteriormente il proprio cartellino. La realizzazione da fiducia ai biancorossi che si riversano nella metà campo avversaria e 10 minuti dopo rimediano un calcio di rigore. Dal dischetto Schone non fallisce e fissa il risultato sul 2-0. Inutile il gol della bandiera di Hassen al terzo minuto di recupero.

Passano alla zona Europa League, vittoria clamorosa dell’Az sul campo dell’Heracles per 6-3. Tantissimi gol e divertimento e terzo posto sempre più in cerca di un leader. I ragazzi di Alkmaar travolgono gli avversari in mezz’ora: apre Janssen dopo appena 5 minuti, segue Herinksen su rigore al 32 e 2 minuti dopo cala il tris van Overeem. 3-0 immediato e padroni di casa in netta confusione. L’Heracles prova a reagire e accorcia le distanze con il solito Bruns prima del duplice fischio. La rete serve solo a dare speranza perchè alla ripresa del gioco, l’Az cala il poker: questa volta a finire sul taccuino dei marcatori è Jahanbakhsh. Bastano 3 giri di orologio e Fledderus accorcia nuovamente le distanze e, ad un quarto d’ora dalla fine, Weghorst sigla il 3-4 che riapre il match. Peccato che la gioia dura pochissimo. I bianconeri vengono traditi dal loro uomo più rappresentativo che si concede uno sfortunato autogol: infatti all’80’ Bruns infila il proprio portiere. L’Heracles crolla e poco dopo subisce il definito 6-3 da parte di Rienstra. Tre punti che avvicinano proprio gli avversari ad un solo punto di vantaggio e saldi al terzo posto, ma l’Az freme dopo 5 vittorie consecutive.

Gli altri risultati di Eredivisie: Excelsior-Den Haag 2-4 (9′ Jansen (D), 24′ e 69′ Van Weert (E), 78′ e 86′ van d.H.D (D), 89′ Havenaar (D)), Zwolle-Feyenoord 3-1 (15′ e 50′ Veldwijk (Z), 41′ van Beek (F), 92′ Ehizibue (Z)), Vitesse-Heerenveen 3-0 (20′ Olijnyk, 44′ e 53′ su rig. Qazaishvili), Roda-Twente 0-1 (62′ Ede), Willem-Graafschap 0-0, Cambuur-Utrecht 0-2 (79′ Van der Maarel, 87′ Haller).

Classifica Eredivisie: Psv 56, Ajax 55, Heracles 38, Az 37, Vitesse 36, Feyenoord 36, Utrecht 35, Nec 35, Groningen 34, Zwolle 32, Den Haag 30, Heerenveen 29, Twente 25, Roda 24, Willem 22, Excelsior 19, Graafschap 13, Cambuur 13.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *